“la libertà io la incontro solo in teatro”, Josè Delmo, Ilhues,Bahia, Brasil 2008.

 

Le sue parole di José Delmo ( artista attore e colonnello del cacao) :

“Fazer arte qualquer arte, práticar , consumir arte, é liberdade, é que o que importa é o essencial, penso como um filósofo, mas eu não sei se ben o qual , Nietzsche ou Schopenhauer, mas diz que felices homens que nao precisan de otros homens para sobreviver, ou de tanta o outras pessoas para sobreviver. às vezes eu penso que sim , às vezes eu acho que não, é bom que as gente nasce para brigar

Eu sou um artista , eu sou um poeta, eu gosto de fazer arte, e isso é o que eu faria até a morir

liberdade que eu encontro sò no teatro, allì eu posso dizer o que eu quiero, eu posso ser realmente eu, uso o teatro para mostrar minhas idéias, como ser a vida ou como não ser, para mostrar o meu direito individual de pensar assim, para mostrar minhas idéias, issa é a liberdade, eu sou um ativista pela liberdade” Josè Delmo ( da youtube bicho grilo con Josè Delmo)

“Fare arte qualsiasi arte, praticare consumare arte, è libertà, è questo che interessa è l’essenziale, io penso come un filosofo ma non so bene quale se Nietzsche o Schopenhauer che sono felici gli uomini che non hanno bisogno degli uomini per sopravvivere o di tante altre persone per sopravvivere; a volte io penso di sì a volte penso di no, è buono che la gente nasce per combattere

io sono artista sono poeta, mi piace di fare arte e questo è quello che io vorrei fare fino a morire

la libertà io la incontro solo in teatro, lì posso dire tutto ciò che voglio, posso essere realmente chi sono io, uso il teatro per mostrare le mie idee, come deve essere la vita o come non deve essere, per mostrare il mio diritto individuale, come deve essere la vita di pensare così come voglio, per mostrare le mie idee, questa è libertà, io sono un attivista della libertà.”

Lo incontriamo ad Ilheus, anni 20- 30 , città coinvolgente, culturalmente ricca, piena di chiese e di teatri, capitale del cacao, porto in espansione, lui è in strada davanti al teatro popolare che è la sua casa, potrebbe essere un barbone, ma con quel completo elegante di lino bianco, un panama per cappello e il bastone da passeggio e la cravatta seppure allentata, lui è un carismatico e potente proprietario terriero con un gran numero di schiavi e di figli illegittimi, lui è il colonnello del cacao. Una cinquantina d’anni, una barba grigia ben curata, capelli scuri ondulati, corporatura magra ma scattante, il viso scavato, occhi scuri penetranti, voce profonda incantatrice, Josè è il mio colonnello del cacao, o coronel do cacau, ed io me me innamoro subito. Mi fermo per conoscerlo per sapere la sua storia e lui mi invita a teatro per sentirlo recitare la sua storia che è la storia anche di Ilheus e di Bahia.

Josè è un attore di teatro e poeta, è un contador di storie grapiuma, come suona bene questa parola grapiuma, già da sola dà idea di leggerezza, di qualcosa trasportato dal vento, la voce narrante dell’artista. Le storie grapiuma sono quelle storie che vanno leggere come il vento e si posano qua e là. In molte cittadine brasiliane abbiamo incontrato questo gusto per la recitazione, questa passione per il teatro . La lingua brasiliana con quel tocco infantile e diretto ha in sè una grande musicalità, ci sono tante parole che in italiano non hanno il corrispettivo, e spesso ho scoperto che per esprimere certe cose la lingua italiana è carente, bisognerebbe inventarle le parole per dire quella certa cosa perchè mancano.

Quante volte ci siamo incantati a guardare le persone, ad ascoltarle recitare non solo i tanti artisti di strada incontrati ma pure la gente comune sui bus ai ristoranti nei parchi…

Senza capire le parole ma lasciandoci incantare dal loro suono. Pura innata inconscia teatralità. Fantastico. Molti altri sono musicisti, magari fanno i tassisti e poi dopo la corsa ti vendono il loro cd.

Il Brasile è fatto di arte e bellezza, di musica e poesia, le scuole di capoeira salvano dalla strada i bambini, che altrimenti si perderebbero nella droga a basso costo, dando loro qualcosa da fare e da sognare. Diventare un mestre do capoeira è un sogno positivo per i bambini e le bambine, a loro volta un giorno essi insegneranno qualcosa di buono e giusto, qualcosa che dia speranza, qualcosa in cui credere.

Josè si accorge del mio innamoramento per lui e dice ‘mi guardi con certi occhi’ , io però ci gioco, sono entrata nella parte anch’io, facciamo qualche foto insieme davanti alla casa della cultura a fianco della casa natale del mio amato Jorge Amado.

In teatro Josè appoggia il suo cappello e con gli occhi accesi inizia il racconto della fondazione della città, ogni tanto fa piccole pause battendo il bastone sul pavimento, 10 minuti di Josè 10 euro, mica male!

Concluso il racconto ci conduce in visita per il teatro e il piccolo museo, dove sono conservate le vecchie scenografie, i costumi di scena, gli antichi arredi, firmiamo il libro delle visite, compriamo un libretto di letteratura de cordel. Questa letteratura popolare in Brasile è molto diffusa, viene stampata su carta riciclata, sono piccole storie della tradizione orale, racconti brevi di saggezza antica o poesie di strada, anche questo è un mondo affascinante e ricco.

Visitiamo anche la Casa di Amado, è ariosa e solare, alla cassa vi è una ragazza che pare una polinesiana, un fiore di hibisco sui lunghi capelli neri e un florido corpo baiano, che alla prima gravidanza si disferà. In Brasile il seno di una donna è la maternità, così capita di vedere mamme e mammelle allattare tranquillamente dovunque, anche sugli autobus.

Di sera allo storico bar Vesuvio si cena insieme al busto di Amado seduto ad un tavolino mentre due attori recitano le parti di Gabriela e di Nacib Saad in mezzo ai tavoli; all’interno del bar attraverso un passaggio segreto i ricchi colonnelli del cacao accedevano senza essere visti al cabaret Bataklan.

La notte il Bataklan rivive i suoi fasti e le sue gaiezze per i turisti, è un museo che ospita bar e ristoranti, attori e attrici in abiti d’epoca occhieggiano maliziosi, arredi squisitamente anni 20-30, lampadari in vetro di murano, le foto appese alle pareti testimoniano la ricchezza dell’epoca d’oro del cacao, al bar incontriamo la piccola Lorena, 7 anni, figlia del barista, vuole che le facciamo alcune foto, scrive alla lavagna il suo nome e poi tenta di scrivere i nostri.

Poi Ilheus è tanto altro ancora…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

twiggynest

Craft ideas, inspiration and artistic projects

Amore Di Zìa blog

Nel cucito come nella vita: mai dire mai!

Misteryously🕸

Ogni cosa al suo non posto

Mamma nel Cuore

Percorso, Sensazioni, Scelte di una mamma adottiva

Writing on a green stone

Scrittrice ispirata da sole emozioni

light blue

esprimere le foci interiori per non affogare

The Renarde Resistance

Political Activist. Mother.

Sons Of New Sins

Parole libere. In armonia con il suono del silenzio.

Survival Through Faith

Creative Writing, Poetry, Short Stories, Quotes

The blower daughter

Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l'immagine di un'idea. T. Terzani

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

Narcissistically Speaking

Awareness for Women of Faith

Downtobaker

Voce del verbo leggere.

Una bionda con la valigia

A tutte le donne che viaggiano da sole. Perchè alle volte si può chiudere tutto il proprio mondo in un trolley e portarlo con sè.

J.R.R. TOLKIEN

Esplorando il mondo di Tolkien

Audiofiabe per bambini

Fiabe tradizionali e inedite lette da Walter Donegà

L'arte di salvarsi

La vita è l'unica opera d'arte che possediamo.

Turisti per Sbaglio

...viaggiamo l'Europa di casa in casa

narcsite.wordpress.com/

Know everything about narcissists from the world's no.1 source. A narcissist himself.

Cicaleccio confuso

Le mille storie ordinarie d'un (quasi) uomo altrettanto ordinario. Insomma, una gran noia.

L'ANGELO DIETRO IL SIPARIO (CONOSCERE IL NARCISISTA)

Sapere tutto sui narcisisti dalla fonte numero uno al mondo. Un narcisista stesso

Vivere la Magia

Esperienze di una Strega sul Sentiero di Madre Terra

❀ Shelinz - Scrivo solo se vivo ❀

BLOG DI CRESCITA PERSONALE

pantalica

la capitale dei siculi

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

DEBORA MACCHI

una Fotografa in Viaggio

Vale in-divenire...

Just another WordPress.com site

La Terra di Mezzo

La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori. Alda Merini

CONTATTOZERO - NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA

NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA NO CONTACT

narcisismo patologico

Un benvenuto speciale alle/ai Sopravvissut@ al narcisismo. una volta scoperto che NON SIAMO PAZZ@ e soprattutto NON SIAMO SOL@, possiamo cominciare a rivivere un'altra volta. la miglior vendetta è una vita vissuta bene e pienamente.

Limù

- So many things to say -

Fame di parole

Storie, articoli e pensieri

La Poesia del Cuore

Questa è la poesia del mio cuore. Il mio essere, il mio amore. Dedicata alla persona che amo.

Piccoli ventagli

Poesia d'ispirazione orientale

The Art of Books

books and other mixed media works of art from the eclectic mind of jamila rufaro

La Vita, così come me la racconto

Quando sono quello che sono appare Dio dentro di me. (A. Jodorowsky)

Letters from Santa Blog

Make Christmas Magical with Letters from Santa!

prima dei tasti sul cuore

Il territorio dell'agire poetico

La porta della condivisione

La vita...è...un'avventura.........

SENZ'AZIONI

Qui sensibilizzo la mia immaginazione.

twiggynest

Craft ideas, inspiration and artistic projects

Amore Di Zìa blog

Nel cucito come nella vita: mai dire mai!

Misteryously🕸

Ogni cosa al suo non posto

Mamma nel Cuore

Percorso, Sensazioni, Scelte di una mamma adottiva

Writing on a green stone

Scrittrice ispirata da sole emozioni

light blue

esprimere le foci interiori per non affogare

The Renarde Resistance

Political Activist. Mother.

Sons Of New Sins

Parole libere. In armonia con il suono del silenzio.

Survival Through Faith

Creative Writing, Poetry, Short Stories, Quotes

The blower daughter

Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l'immagine di un'idea. T. Terzani

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

Narcissistically Speaking

Awareness for Women of Faith

Downtobaker

Voce del verbo leggere.

Una bionda con la valigia

A tutte le donne che viaggiano da sole. Perchè alle volte si può chiudere tutto il proprio mondo in un trolley e portarlo con sè.

J.R.R. TOLKIEN

Esplorando il mondo di Tolkien

Audiofiabe per bambini

Fiabe tradizionali e inedite lette da Walter Donegà

L'arte di salvarsi

La vita è l'unica opera d'arte che possediamo.

Turisti per Sbaglio

...viaggiamo l'Europa di casa in casa

narcsite.wordpress.com/

Know everything about narcissists from the world's no.1 source. A narcissist himself.

Cicaleccio confuso

Le mille storie ordinarie d'un (quasi) uomo altrettanto ordinario. Insomma, una gran noia.

L'ANGELO DIETRO IL SIPARIO (CONOSCERE IL NARCISISTA)

Sapere tutto sui narcisisti dalla fonte numero uno al mondo. Un narcisista stesso

Vivere la Magia

Esperienze di una Strega sul Sentiero di Madre Terra

❀ Shelinz - Scrivo solo se vivo ❀

BLOG DI CRESCITA PERSONALE

pantalica

la capitale dei siculi

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

DEBORA MACCHI

una Fotografa in Viaggio

Vale in-divenire...

Just another WordPress.com site

La Terra di Mezzo

La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori. Alda Merini

CONTATTOZERO - NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA

NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA NO CONTACT

narcisismo patologico

Un benvenuto speciale alle/ai Sopravvissut@ al narcisismo. una volta scoperto che NON SIAMO PAZZ@ e soprattutto NON SIAMO SOL@, possiamo cominciare a rivivere un'altra volta. la miglior vendetta è una vita vissuta bene e pienamente.

Limù

- So many things to say -

Fame di parole

Storie, articoli e pensieri

La Poesia del Cuore

Questa è la poesia del mio cuore. Il mio essere, il mio amore. Dedicata alla persona che amo.

Piccoli ventagli

Poesia d'ispirazione orientale

The Art of Books

books and other mixed media works of art from the eclectic mind of jamila rufaro

La Vita, così come me la racconto

Quando sono quello che sono appare Dio dentro di me. (A. Jodorowsky)

Letters from Santa Blog

Make Christmas Magical with Letters from Santa!

prima dei tasti sul cuore

Il territorio dell'agire poetico

La porta della condivisione

La vita...è...un'avventura.........

SENZ'AZIONI

Qui sensibilizzo la mia immaginazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: