Un treno prima dell’alba

Un treno prima dell’alba

Hai rimandato la tua partenza

finché ti è stato possibile,

hai finto di restare

pur sapendo che la partenza

era già segnata.

Nessuno ti ha accompagnato

in questa stazione:

un sorriso di vento,

un quarto di luna,

un bisturi d’ossidiana in tasca

e nuvole in disordine.

E nessuno verrà a cercarti:

soltanto che questa volta hai creduto

che non l’avresti usato

questo biglietto,

l’avevi acquistato allora,

tanto per scaramanzia.

Qual è il sapore

di un treno prima dell’alba?

qual è il colore

di un sogno prima dell’alba?

Qual è il suono

di un treno in stazione?

Nonostante tutto,

resta la vertigine

di sentirsi vivere:

la frana che si apre sotto,

l’aria che soffoca in un respiro:

un treno prima dell’alba

mentre alcuni si svegliano

nelle case di comode abitudini

mentre l’insonnia si accende in altri,

tu puoi far finta di restare

se sei già partito,

tu puoi far finta di partire

se un treno prima dell’alba

ha mancato

 la coincidenza con la tua vita.

Annunci

6 pensieri riguardo “Un treno prima dell’alba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...