Non si prendono cura i fiori

rose

Non si prendono cura i fiori.
I fiori sbocciano
selvaggi
violenti
inaspettati.

Le Rose pungono,

spine mi pungono dentro finché non le tolgo:
c’è sempre qualcuno per cui si scrive
anche se qualcuno non leggerà te,
perché scrivere è
un altro modo di amare.

La volpe imprigionata nella gabbia
guarda le rose
e mi osserva
nel profondo dei occhi.
Io vedo un piccolo ragazzo che sorride:
nel suo cuore è intrappolata la volpe,
il piccolo ragazzo sorride furtivo,
la volpe si riflette nei suoi occhi,
le mani del piccolo ragazzo tremano

come se volessero volare via.
I fiori sbocciano
anche se nessuno li attende.
Non si prendono cura i fiori di sbocciare,
succede.
Ecco, improvvisamente sbocciano,
o di notte,
o al mattino per poche ore,
i petali sgualciti
poi nuovamente richiusi,
sbocciano per niente,
sbocciano dopo anni di silenziosa veglia,
inutilmente fioriscono,
senza una ragione,
fioriscono con delicatezza,
senza una necessità.

un fiore inaspettato
nero sui rami dell’albero inverno morto,
un fiore invano
senza una speranza,
disperatamente un fiore
senza un sorriso,
un fiore come se fosse l’ultimo,
un fiore colorato

nato in un suolo arido
soltanto per il bacio di un’ape.
I fiori fermamente sbocciano

senza di se prendersi cura,
i fiori fioriscono,
spine di rose mi pungono dentro
lasciando l’impressione di un velluto di petalo:
la volpe e il piccolo ragazzo

lievemente sorridono

e fanno fiorire le mie Rose

senza prendersene cura.

Annunci

7 pensieri riguardo “Non si prendono cura i fiori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...