Settembre mangia il sole

E’ intensamente meravigliosa poesia di settembre 🙂

image

robertacatalano

Come di tanto amore
oasi e oblio di un indizio di umanità fallace,
di tanto amore sbocciato
e trattenuto tra le pieghe della memoria,
di tanto corpo, d’occhi liquefatti,
antri di un sogno anestetico
che riempie gli echi e la notte.

Come di queste mani, impenetrabili aeree,
universi, profumi, desideri
che svengono prima di esser toccati,
come di questa morte amica che assaporo
e di cui spio le infiltrazioni lascive,
soporose, sogno seducente di antiche dolcezze.

Come nei tuoi capelli multifrutti,
nelle tue appendici di pelle,
sulla lingua livida, sui tuoi occhi,
come liberarmi da me,
defluire in questo amore
e non accorgermi mai più di quando dovrò morire
di fronte alla visione lucida del giorno.

La notte è apparecchiata
sulla stella di un corpo
che è una tavola di verde e di luce.
La notte è mia,
non un miraggio, né un attimo,
buco nero di tronchi d’acqua abbracciati.

View original post 151 altre parole

Annunci

4 pensieri riguardo “Settembre mangia il sole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...