Che contrasto…

leaf-100496_1280

Imperatriz, Maranhao, Brasil, 21-4-1992

Che contrasto tra la bellezza sfolgorante del creato e il disordine ad opera dell’uomo! Lo notavo all’alba mentre tutto si colorava di un rosa travolgente che si rovesciava senza misura sui tetti, sulle campagne, scendendo lungo le dodici palme dei babaçu. La tenerezza del cielo prendeva corpo in quel colore rosa che inteneriva l’universo e la storia. Dio, la terra degli scomunicati dalla vita è assetata della tua tenerezza. Poi la festa dei colori. E gli uccelli ad esaltarla in coro. La preghiera scorre dentro spontanea, come il ruscello là, dietro ai cespugli. I banani con immense pale verdi a tessere storie di clorofilla, approvvigionamento d’acqua e di calore per produrre il frutto. La spirale della vita riprende la sua marcia… Per saldare tutto insieme :note ed elettroni, colori ed onde, stelle e fiori, uomini e popoli.

(da Ai confini di Dio) Fausto A. Marinetti

(foto da pixabay)

Annunci

11 pensieri riguardo “Che contrasto…

  1. “I cieli narrano la gloria di Dio,
    e l’opera delle sue mani annunzia il firmamento.
    Il giorno al giorno ne affida il messaggio
    e la notte alla notte ne trasmette notizia.
    Non è linguaggio e non sono parole,
    di cui non si oda il suono.
    Per tutta la terra si diffonde la loro voce
    ai confini del mondo la loro parola.
    Là pose una tenda per il sole
    che esce come sposo dalla stanza nuziale,
    esulta come prode che percorre la via.
    Egli sorge da un estremo del cielo
    e la sua corsa raggiunge l’altro estremo:
    nulla si sottrae al suo calore.”
    Salmo 8,1-7

    Liked by 2 people

  2. …ho avuto il privilegio di incontrare Fausto Marinetti e di quel libro “Ai confini di Dio” ho una copia con dedica di tanti anni fa (era venuto a Firenze, per la precisione alla Badia Fiesolana, il 16 dicembre 1995)… commossa. Per qualche tempo mi sono arrivate lettere da parte dei “suoi” meninos de rua … memoria rimescolata

    Liked by 1 persona

      1. Ne sono ancora piu’ felice. Anche per me leggerti e’ pura poesia nonostante la sofferenza che avverto. Ancora una volta non sono stupita… perche’ tutto ha un senso….
        Sotto al bradipo della testata iniziale puoi trovare in pdf la versione integrale delle lettere che mio zio mi scriveva dal brasile proprio in quegli anni… conservo anche molte lettere da lui scritte a sua madre, mi nonna, dall’arrivo in Brasile al dopo Brasile.
        Un gentile saluto e di nuovo benvenuta!

        Liked by 1 persona

  3. che peccato, in biblioteca non lo abbiamo. In realtà a Bologna nessuno lo ha
    purtroppo è fuori commercio. Avrei voluto leggerlo.
    Posso vedere il colore rosa dell’alba scendere gioioso dipingendo ogni cosa sul suo cammino rendendolo vivo. E la natura che sboccia nella sua magnificenza rendendo meno ostile l’opera dell’uomo. Mai, quest’ultimo, potrà reggere al confronto di madre natura poichè è anch’esso una delle tante opere del suo creato. Grazie per questo splendido post!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...