Quali pregiudizi?

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
al meu cantinho, Itacarè

Solo se non si ha pregiudizi da entrambe le parti è possibile il vero incontro.

Nel luglio del 1997 trascorsi le mie ferie in Andalusia , a Granada visitai l’Alhambra e il quartiere di Sacromonte ,un luogo senza dubbio suggestivo, con le sue antiche grotte, inizialmente scavate nel XVI secolo dgli ebrei e dai musulmani , espulsi dalla città, che qui trovarono rifugio, e in seguito abitate dai gitani, da comunità hippies e rastafariane.

In alcune grotte erano accampate alcune imprecisate persone che dichiararono essere rastafari, avevano allestito un piccolo mercatino di prodotti artigianali da loro realizzati. Incuriosita mi intrattenni a dialogare con queste persone domandando del loro modo di vivere, non avevo alcun pregiudizio nei loro confronti, comprai un braccialetto, essi insistettero che dovevo comprare altri oggetti, io risposi di non essere interessata, i loro lavori era purtroppo poco originali e decisamente scadenti, tuttavia io non espressi alcun giudizio, gentilmente dissi che non mi serviva altro, e così dopo i sorrisi e il dialogo di due modi di vivere diversi arrivarono da parte loro questi insulti :

“imperialista, amica del presidente americano, consumatrice dissennata, capitalista piena di dollari …”

“prego?”

Io risposi che non ero amica di nessuno, che ero una semplice operaia, che mi svegliavo alle 5 per andare a lavorare in fabbrica , e che mi trovavo in Andalusia in ferie che mi potevo permettere grazie al mio lavoro tra la puzza degli acidi e lo squallore …

“sporca capitalista” continuò uno di loro con tono sempre più veemente, per riuscire a liberarmi dovetti comprare un altro braccialetto senza valore… ma mi ripromisi che da qual momento in poi mi sarei tenuta alla larga dai rastafari.

Nel gennaio 2008 visitai Itacarè, nello stato di Bahia, Brasile, cittadina turistica molto frequentata da surfisti e abitata da una piccola comunità rastafariana. Di giorno a Itacarè si fanno  escursioni e trekking tra spiagge e cascate fantastiche mentre la sera si girano i locali e i negozi.

Il tipico saluto bahiano è Beleza!, un’espressione di gioia e di allegria.

Una sera fui attirata dagli oggetti artigianali davvero originali di un piccolo negozietto, iniziai a curiosare, un ragazzo di colore mi invitò ad entrare, aveva un sorriso sincero e gentile, mi accorsi per via dei suoi capelli che era un rastafari!

Mi disse che mi aveva osservato da qualche sera e gli sembravo simpatica e che aveva sperato che venissi a conoscerlo. I suoi lavori erano davvero belli ed originali, e comprai diverse cose, iniziammo a parlare, io gli chiesi se potevo toccare i suoi capelli, lui mi disse sì e che non erano finti, mi spiegò che per lui la cura dei capelli era una religione, che i capelli sono come gli alberi, mi accennò la sua filosofia di vita, era una persona molto pacifica tranquilla e simpatica, io a mia volta gli raccontai del mio disastroso incontro con quegli pseudo rastafari incontrati a Granada.

Lui rise, e mi disse che l’accoglienza apparteneva alla sua cultura come alla mia, mi spiegò il significato del nome che aveva dato al suo negozietto, o meu cantinho, il suo angolino, un pezzetto del suo cuore in cui rifugiarsi e dare rifugio agli altri. Fui felice di averlo incontrato, prima di tornare in Italia andai a salutarlo, non potei comprare altro con mio rammarico, avevo terminato i soldi (non dollari ma reais), mi lasciò con que deus te acompahne sempre e io di cuore ricambiai il suo augurio ! che bello incontrarsi al di là di ogni pregiudizio o preconcetto !

 

Annunci

15 pensieri riguardo “Quali pregiudizi?

  1. Molto interessante, mi colpisce la differenza tra i due rasta, spagnolo e brasiliano.
    Mi piacciono le storie, non finisco di affermarlo, le storie vere e anche quelle inventate (a loro modo, decifrate, diventano comunque specchio di realtà).
    Le storie sentite o lette completano la propria storia… mi piace molto questo tuo post.

    Liked by 1 persona

  2. Sono incontri che rimangono nel cuore, come piccole stelle che brilleranno per sempre nella profondità di te.. e ogni volta che riguarderai questo scatto lo sentirai parlare, e rivedrai il suo sguardo, i suoi gesti.. gli incontri sono importanti, a volte più speciali..

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...