Perché scrivere? Cosa sono le parole?

Le storie sono doni d’amore… (Lewis Carroll)

Michela Marzano

Ho sempre pensato che la scrittura nascesse dall’urgenza. L’urgenza di dire qualcosa che ci si porta dentro e che, prima o poi, non si può più tacere. L’urgenza di dare corpo a quelle parole che si affollano e si impongono. L’urgenza della condivisione e del dono.

Anche se poi, quando si scrive, non ci può solo accontentare di “gettare” a casaccio le parole sulla carta. Perché la scrittura è anche tanto esigente. E allora non tollera gli strafalcioni, la fretta, la mancanza di cura…

Si scrive per lasciare una traccia. Per dire quello che conta veramente. Per trovare le parole adatte. Per colmare un vuoto. Per farsi capire. Per non lasciare che il tempo cancelli i ricordi…

Si scrive perché le parole danno un senso a quello che si vive e che si percepisce. Permettono di ritrovare il filo perso. Aggiungono un tassello al puzzle dell’amore. Anche quando urlano la…

View original post 16 altre parole

Al Jardim botanico di Rio de Janeiro

PICT5650 (Medium)
una scolaresca in visita
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
il giardino sensoriale
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
l’imperatore Joao VI e consorte

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Orquidario
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
il giardino messicano
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
bambù bengala

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
lago delle ninfee Victoria amazonica

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
palmeria imperial

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Jequitibá branco
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
il giardino giapponese
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Abricò de macaco
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
fontana chafariz das Musas

 

Il Giardino Botanico di Rio de Janeiro occupa un’area di 137 ettari, di cui solo 55 aperti al pubblico, fu fondato il 13 giugno 1808 per volontà dell’imperatore portoghese Joao VI inizialmente il proposito era quello di realizzare un giardino per l’acclimatazione di specie provenienti dalle indie orientali e in seguito si sviluppò la ricerca scientifica  di classificazione della flora proveniente da ogni stato del Brasile.

Il giardino che in ha l’aspetto di una vera e propria foresta si compone sia di flora brasiliana che esotica e oggi l’Istituto del Giardino Botanico di ricerca di Rio de Janeiro è un’agenzia federale sotto il Ministero dell’Ambiente ed è diventato uno dei centri di ricerca più importanti del mondo nel campo della botanica e della conservazione della biodiversità.

Casualmente la mia visita al Giardino avvenne proprio nel giorno della ricorrenza dei 200 anni, il 13 giugno 2008.

Per la visita è necessaria una giornata intera, e le piante e i fiori sono davvero tutti magnifici, vi sono diverse aree tematiche come il giardino sensoriale, l’orquidario con una vasta collezione di orchidee e di bromeliacee , il piacevole angolo zen giapponese, e poi le fontane, le cascate, i giochi d’acqua, i laghetti con le splendide gigantesche ninfe Victoria amazonica, il viale delle palme imperiali, le piante carnivore, il giardino di cactus… Numerose anche le specie animali vertebrate e invertebrate che abitano il giardino di giorno e di notte. Si possono facilmente vedere le chiassose scimmie cappuccine.

La visita segue il percorso storico del giardino ed è caratterizzata da 50 punti di rilevanza tra esemplari botanici, monumenti artistici e architettonici.

(foto non riproducibili di Grande Luce)

http://jbrj.gov.br/colecoes/biologicas

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

twiggynest

Craft ideas, inspiration and artistic projects

Amore Di Zìa blog

Nel cucito come nella vita: mai dire mai!

Misteryously🕸

Ogni cosa al suo non posto

Mamma nel Cuore

Percorso, Sensazioni, Scelte di una mamma adottiva

Writing on a green stone

Scrittrice ispirata da sole emozioni

light blue

esprimere le foci interiori per non affogare

The Renarde Resistance

Political Activist. Mother.

Sons Of New Sins

Parole libere. In armonia con il suono del silenzio.

Survival Through Faith

Creative Writing, Poetry, Short Stories, Quotes

The blower daughter

Per un vero fotografo una storia non è un indirizzo a cui recarsi con delle macchine sofisticate e i filtri giusti. Una storia vuol dire leggere, studiare, prepararsi. Fotografare vuol dire cercare nelle cose quel che uno ha capito con la testa. La grande foto è l'immagine di un'idea. T. Terzani

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

Narcissistically Speaking

Awareness for Women of Faith

Downtobaker

Voce del verbo leggere.

Una bionda con la valigia

A tutte le donne che viaggiano da sole. Perchè alle volte si può chiudere tutto il proprio mondo in un trolley e portarlo con sè.

J.R.R. TOLKIEN

Esplorando il mondo di Tolkien

Audiofiabe per bambini

Fiabe tradizionali e inedite lette da Walter Donegà

L'arte di salvarsi

La vita è l'unica opera d'arte che possediamo.

Turisti per Sbaglio

...viaggiamo l'Europa di casa in casa

narcsite.wordpress.com/

Know everything about narcissists from the world's no.1 source. A narcissist himself.

Cicaleccio confuso

Le mille storie ordinarie d'un (quasi) uomo altrettanto ordinario. Insomma, una gran noia.

L'ANGELO DIETRO IL SIPARIO (CONOSCERE IL NARCISISTA)

Sapere tutto sui narcisisti dalla fonte numero uno al mondo. Un narcisista stesso

Vivere la Magia

Esperienze di una Strega sul Sentiero di Madre Terra

❀ Shelinz - Scrivo solo se vivo ❀

BLOG DI CRESCITA PERSONALE

pantalica

la capitale dei siculi

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

DEBORA MACCHI

una Fotografa in Viaggio

Vale in-divenire...

Just another WordPress.com site

La Terra di Mezzo

La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori. Alda Merini

CONTATTOZERO - NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA

NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA NO CONTACT

narcisismo patologico

Un benvenuto speciale alle/ai Sopravvissut@ al narcisismo. una volta scoperto che NON SIAMO PAZZ@ e soprattutto NON SIAMO SOL@, possiamo cominciare a rivivere un'altra volta. la miglior vendetta è una vita vissuta bene e pienamente.

Limù

- So many things to say -

Fame di parole

Storie, articoli e pensieri

La Poesia del Cuore

Questa è la poesia del mio cuore. Il mio essere, il mio amore. Dedicata alla persona che amo.

Piccoli ventagli

Poesia d'ispirazione orientale

The Art of Books

books and other mixed media works of art from the eclectic mind of jamila rufaro

La Vita, così come me la racconto

Quando sono quello che sono appare Dio dentro di me. (A. Jodorowsky)

Letters from Santa Blog

Make Christmas Magical with Letters from Santa!

prima dei tasti sul cuore

Il territorio dell'agire poetico

La porta della condivisione

La vita...è...un'avventura.........

SENZ'AZIONI

Qui sensibilizzo la mia immaginazione.