Le rane all’inghiottitoio di Vallivona

 

L’inghiottioio di Vallivona è un luogo molto particolare nel parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, dal monte Cervati (Sanza) si scende con un sentiero fino ad un tunnel di 200 mt che conduce in questo posto che sembra la bocca di un cratere in cui le acque del fiume Bussento si inabissano per poi riapparire nella risorgenza nell’oasi di Morigerati.

Luogo di grande fascino in cui si ammira la forza dell’acqua che è riuscita a modellare un cratere alto 100 metri, una piccola oasi nascosta tra ripide rocce calcaree.

A fine agosto i laghetti quasi prosciugati erano invase da girini e minuscole rane sulla cui esistenza mi sono posta molti interrogativi. Ma tutti questi girini diventeranno rane adulte e che fine fanno le rane, da dove escono o seguono il corso segreto del Bussento?

 

Annunci

8 pensieri riguardo “Le rane all’inghiottitoio di Vallivona

  1. Mi sono ritrovata anni fa a fare il bagno in una ravella di alta valtellina e avevo intorno tantissimi girini… è una sensazione bellissima! anche io mi son posta quella domanda sai? ce la faranno a diventar rane? perchè di rane in quel posto se ne vedono molto poche alla fine… a meno che non le catturino per scopi….(non ci voglio pensare) 🙂 buona domenica!!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...