What is Autism Awareness?

Sorgente: What is Autism Awareness?

“Voglio che mia figlia possa essere in grado di vivere la vita che desidera”

Parla Emma, la mamma di una bambina autistica, e ci spiega cosa è per lei la settimana sulla consapevolezza dell’autismo:

“Che cosa è la settimana della consapevolezza dell’autismo?
La maggior parte delle persone ha sentito parlare di autismo, quindi non siamo riusciti a sensibilizzare a riguardo dell’autismo?
Alcuni potrebbero obiettare sì, io non sono d’accordo. Cosa è la consapevolezza dell’autismo?

Consapevolezza dell’autismo per me significa raggiungere la consapevolezza della condizione e di cosa essa significa.
Quindi si tratta comprensione piuttosto che di consapevolezza?
(Anche se settimana della comprensione autistica non suona tanto bene!)

Io cerco di sensibilizzare l’opinione pubblica per aiutare mia figlia ad essere accettata.
Così è la consapevolezza, accettazione?
Dovrebbe essere autismo accettazione settimana?

Si tratta di un insieme di cose.
Mi sforzo di sensibilizzare l’opinione pubblica in modo che autismo venga compreso e accettato.

In un mondo in cui tutti conoscono la parola autismo, perché non viene accettato?
Soprattutto perché non lo si capisce.
Se ci imbattiamo in qualcosa che non capiamo noi non ci crediamo. É la natura umana.
L’impegno di questa settimana è di educare le persone con le nozioni di base sull’autismo, nella speranza che vorranno saperne di più.
E che imparando di più, cominceranno a capire, e attraverso la comprensione cominceranno ad accettare.

Allora, qual è la consapevolezza settimana tutto su?
É l’occasione per spiegare i comportamenti unici dei nostri figli?
É l’occasione per spiegare perché il nostro bambino può avere un meltdown in pubblico?
Serve per educare il pubblico che commenta la nostra genitorialità o il comportamento del bambino?

Se descrivo la nostra vita quotidiana, il buono e il cattivo, per una settimana ti farà diventare consapevole dell’autismo?
Se
faccio una lista dei possibili sintomi di autismo ciò ti renderà più consapevole?
É estremamente difficile aumentare la consapevolezza dell’Autismo a causa dell’unicità della condizione.
Ogni singola persona con autismo è divers
a.
L’autismo
copre uno spettro enorme di condizioni che variano sensibilmente.
L’obiettivo della settimana è quello di promuovere l’autismo attraverso la comprensione, per
raggiungere l’accettazione.

Voglio che mia figlia sia felice.
Che stia bene nella propria pelle.
Voglio poter dire che lei ha l’autismo e non vergognarmi.
P
oter abbracciare i suoi tratti unici e goderne.
Voglio che lei sia in grado di vivere la vita che desidera per se stessa.
Tutto questo può essere raggiunto solo attraverso l’aumento
della consapevolezza sull’Autismo.

Mio figlia non è invisibile.
Mio figli
a non ha un aspetto autistico.
La mia bambina non è una bambina viziata che fa un capriccio perché non può ottenere una cosa.
Il mio bambino non sarà curat
a se venisse a vivere con te per una settimana.
Mi
a figlia non smette di avere un meltdown con uno schiaffo.
La mia bambina non mi tiene sveglia tutta la notte perché è cattiva.
Mio figli
a ha una disabilità neurologica e di sviluppo che dura tutta la vita, chiamato autismo, che colpisce il modo in cui lei si comunica e si confronta con gli altri e come mia figlia sperimenta il mondo intorno a lei.

Lei è unica, e aumentando la consapevolezza sull’autismo, lei sarà accettata e le sue differenze apprezzate.”

Annunci

An Open Letter from an Autistic Child in Meltdown, Written by an Autistic Adult Who Still Melts Down From Time to Time

Una lettera aperta da un bambino in un meltdown, scritta da un adulto che ha ancora meltdowns

Per chi è preoccupato,

Grazie per essere preoccupato; significa che ti importa di me e della mia famiglia. Ma ho notato che non capisci cosa sta succedendo, così voglio farti sapere perché faccio queste cose che ti ha preoccupano.

Sono probabilmente …
1. sono forte (o forse troppo tranquillo).
2. sto cercando di nascondermi
3. sto scappando via scappare.
4. Mi muovo in modi che ti sembrano poco familiari
5. mi comporto in modi che tu non capisci.

Io non sto …
1. non mi sto comportando male.
2. non sto cercando di dare fastidio.
3. non sono viziato.
4. non sono cresciuto male.
5. non sono un criminale.

Sono autistico e ciò significa che …
1. Lotto per soddisfare le mie necessità
2. sono sopraffatto da troppi input sensoriale o emozionali.
3. mi sento impotente in un mondo spaventoso e caotico.
4. sono in un momento difficile con l’ autoregolazione emotiva e la cura di me.
5. ho bisogno della tua comprensione e accettazione.

Vorrei che tu non giudicassi me o i miei genitori con severità in questo momento perché …
1. Sto avendo un momento davvero difficile e avrò bisogno di un sacco di tempo di recupero dopo.
2. I Meltdowns sono dolorosi e imbarazzanti per me, anche se tu non lo vedi.
3. I miei genitori sono brave persone che cercano di aiutarmi al meglio possibile.
4. Non hai idea di quanto sia difficile provare e cercare di fare bene ogni giorno.
5. Io e la mia famiglia proviamo insieme a evitare tutte queste sensazioni davvero negative per le quali io mi stresso.

Potresti aiutarmi meglio in questo modo …
1. Non fissare me o la mia famiglia; ci sentiamo già abbastanza male.
2. Non toccarmi; sto già cercando di far fronte a così tante cose e il tuo tocco è troppo.
3. Non fare brutti commenti a noi o ad altre persone in nostra presenza.
4. Aiuta me e la mia famiglia a muoversi in sicurezza in un luogo più tranquillo, se possibile.
5. mostrati compassionevoli con tutti noi per il duro momento che stiamo vivendo.

Se si vuole evitare che ciò accada di nuovo …
1. Imparare a riconoscere i miei segnali di stress e aiutami a uscire da situazioni difficili.
2. Non pensare di fare un azione di prevenzione allo stress come per esempio “coccolandomi” ma piuttosto dammi la cura necessarie.
3. Lasciami adattare alle nuove situazioni al mio ritmo, anche quando ciò ti appare dolorosamente lento.
4. Non me sovra-espormi a stress, pensando che io possa abituarmi ad esso
5. Sii disposto a cambiare i suoni e le luci o numero di persone per aiutarmi a sentire più sicuro.

Se ti faccio un sacco di domande …
1. Io non sto cercando di infastidirti; ti prega di ascoltarmi, anche se ripeto la stessa domanda più volte.
2. E ‘ancora più importante ascoltare quando è la stessa domanda è ripetuta più volte.
3. Le mie domande mi servono a capire il mondo e a sentirmi al sicuro. Aiutami con questo.
4. Porre molte domande può significare che sono impaziente, ma può anche essere un segno di stress; impara a distinguere.
5. Sentirmi ignorato quando pongo domande possono portarmi ad un alto livello di stress fino ad un meltdown.

Quando io ho un meltdown o comunque devo lottare per regolarmi al tuo evento …
1. non significa che io non ti voglio bene. Posso volerti un sacco di bene ma ancora io non sono in grado di mantenere il controllo.
2. Ciò non significa che non voglio venire. Posso venire sopraffatto facendo le cose che mi piacciono davvero.
3. Ciò non significa che non sono grato di essere lì. Meltdown è così forte che prende il sopravvento per un po ‘.
4. Ciò non significa che io non voglio tornare. Forse quando ci sono meno persone?
5. Non volevo rovinare il tuo evento. Cerca di non fare sentire me o la mia famiglia male a questo proposito.

Si potrebbe pensare che sono abbastanza grande per essere in grado di controllare “questo tipo di comportamento”, ma …
1. Il mio sistema nervoso si è sviluppato con un calendario diverso da altre persone della mia età.
2. Una meltdown è come un sequestro o come vomitare: la forza di volontà e la disciplina non lo impediscono.
3. Se io sono un adolescente o un adulto, per favore non chiamarmi bambino o ragazzo perché ho ancora Meltdown.
4. Mi sento malissimo durante e per lungo tempo dopoil meltdown; se potessi smettere, lo farei.
5. Essere in grado di fare qualcosa di diverso “oltre i miei anni” non cambia il mio sistema nervoso.

Quando la gente giudica me e la mia famiglia perché ho meltdowns, io mi sento …
1. mi sento un peso (e che è una sensazione orribile che spero tu non possa mai provare)
2. mi vergogno di me e delle cose al di fuori del mio controllo.
3. sono spaventato di poter essere una persona cattiva che fa male gli altri.
4. sono triste e arrabbiato che faccio fatica a lottare con un mondo che è così difficile e spietato.
5. mi sembra che nessuno capisca quanto sia difficile per me di essere una buona, persona adulta.

Grazie per avermi ascoltato e per cercare di mostrare più comprensione, accettazione, e disponibilità. So che avete paura di fare o dire qualcosa di sbagliato, ma il fatto che ti senti in questo modo è un buon segno. Vuol dire che stai cercando di essere gentile e disponibile e le vostre intenzioni faranno un lungo cammino. Insieme alla tua sensazione di fare la cosa giusta, cerca di informarti maggiormente sull’autismo – soprattutto attraverso la lettura delle parole di persone autistiche che vivono questa realtà ogni giorno della loro vita. Quanto più tu impari, più tranquillo sarai la prossima volta che vedrai qualcuno avere un meltdown.

Soprattutto, assumi le migliori intenzioni e gli sforzi più forti da parte mia e da parte della mia famiglia, dagli amici e dagli altri che sono con me. Segui le mie indicazioni e, quando sono troppo stressato per aiutarti ad aiutarmi, segui l’esempio di coloro che mi conosce meglio. Quando mi aiuti a far fronte a un meltdown e quando contribuisci a creare un ambiente che mi aiuta a evitarlo, tu stai aiutando a costruire un mondo più gentile dove ci sia spazio per tutti, non importa che tipo di menti essi hanno. Questa è una grande cosa stai facendo e si dovresti essere contento di essere parte di qualcosa di così grande e pieno d’amore.
1. Grazie per riconoscere il mio valore
2. Grazie per essere una persona di valore
3. Grazie per prenderti cura di persone autistiche
4. Grazie per prenderti cura di me,
5. Grazie
da un disorientato e completamente stressato autistico che spera di sentirsi molto meglio presto.
Shannon Des Roches Rosa, domenica, 23 ottobre 2016

Autism Beauty Combines

Copied from: An Open Letter from an Autistic Child in Meltdown, Written by an Autistic Adult Who Still Melts Down From Time to Time

To Anyone Who Is Concerned,

Thank you for being concerned; it means you care about me and my family. But I notice you don’t understand what is happening, so I wanted to let you know why I am doing these things that got you concerned.

I am probably…

  1.  Being loud (or possibly WAY too quiet).
  2.  Trying to hide.
  3.  Running away.
  4.  Moving in ways that look unfamiliar to you.
  5.  Moving in ways that you don’t understand.

I am not…

  1.  Misbehaving.
  2.  Trying to bother you.
  3.  Spoiled.
  4.  Badly brought up.
  5.  Criminal.

I am Autistic and that means I…

  1.  Struggle getting my needs met.
  2.  Feel overwhelmed by too much sensory or emotional input.
  3.  Feel powerless in a frightening and chaotic world.
  4.  Have a hard time with emotional self-regulation and self-care.

View original post 896 altre parole

La mongolfiera dell’autismo

hot-air-ballooning-1703522_640

Quando ascolto la tua musica, tu mi rapisci nel tuo mondo fatto di piccole cose e di delicatezza, è come salire su una mongolfiera e volare lontano e dall’alto guardare il mondo, sfiorarlo con lo sguardo e accarezzarlo ed esserne dolcemente abbracciato, sentire di amarlo e di esserne parte. Io non vorrei mai scendere da questa mongolfiera che vola in un cielo limpido e pulito come il tuo cuore, io sempre vorrei starti accanto mentre imposti la navigazioni sulle correnti dei venti e dei sogni, e quando la mongolfiera ridiscende bruscamente a terra mi mancano quel cielo e quel mondo visti con la tua anima e vorrei stare di nuovo in volo al tuo fianco…

(dedicata ad un amico autistico)

C’è qualcosa di rosa in giardino…

In giardino oggi ci sono teneri boccioli di malus Everest, rosa esternamente e bianchi dentro, fiori rosa carico di malus ballerina, un tappeto di fiori di phlox, grandi fiori di magnolia susan e i grappoli profumati delle syringa e… la mia gatta 🙂

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

-Conto Alla Rovescia-

•Scegli i tuoi pensieri con attenzione, sei tu il creatore della tua vita•

piapencil

L'ironia è la prima strada verso la libertà

Cipriano Gentilino

VERSI NEL RETROBOTTEGA

Illuminata

perchè tenerci tutto dentro, la comunicazione è la cosa più bella

patriziaturno

school is fun

Il tuo cielo

Li dove puoi mettere insieme persone, momenti, ricordi e sogni. Dove puoi esprimere serenamente i tuoi desideri oppure svuotarti delle tue paure. Puoi condividere le tue esperienze o aiutare chi sta in difficoltà. È il tuo cielo e decidi tu cosa vederci dentro.

L'angolo di White B.

Attraverso questo blog vogliamo parlare di NOI genitori: genitori di corsa, sempre alle prese col tempo e la gestione di lavoro e famiglia, e genitori che all’improvviso devono rallentare senza capire fino in fondo cosa sta succedendo. I loro bambini infatti sono ammalati o non ci sono più.

laspunta

Qui le chiacchiere stanno a zero... Siete capitati nel blog di un’accumulatrice compulsiva di informazioni...

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

folioandfibre.wordpress.com/

experimental mixed media, paper and textile explorations...and a place to empty my head

Woodlands and Waters

Outdoor adventures in the Tennnessee Valley and beyond

PaperMatrix

take paper in excess - add crafty fingers - and make woven wonders

fabriziocaramagna

Fabrizio Caramagna, ricercatore di meraviglie e scrittore di aforismi

SOGNOTEATRO

Il teatro è un sogno che si vive in poche ore e continua anche dopo. (Salvatore Pagano)

ALBERTO ROSSETTI

PSICOTERAPEUTA e PSICOANALISTA

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Visitare Civita di Bagnoregio

Prenotazione guida turistica, pacchetti e informazioni

Petru In Viaggio

Viaggia più che puoi. La vita non è fatta per essere vissuta in un unico luogo!

Convitto Art Lab

Creatività contemporanea negli spazi della storia

Tempo di Carta

DIAMO STILE ELEGANZA EMOZIONI PERSONALITÀ AD OGNI VOSTRA SCELTA

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

...Cilento Channel

l'informazione del cilento sul web e in tv canale 636 del digitale terrestre

Dove nascono le idee...

il blog di La Rana Viola

Final Year Research

Research for my final year projects

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

Biblioteca il Gatto

via battaglini cagiallo

ArteMaestra

L'arte fa diventare grandi - Blog dei Dipartimenti Educativi del Museo Bernareggi

beyond the fold

stories and strategies behind amazing print

Gil-Galad

Poesie, pensieri e altre cose che non iniziano per la p

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Mai sulla terra

- solo per sognatori seriali -

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Cronaca, ambiente, cultura, interviste, reportage e politica

Savy Baby Activities

Educational Activities for Young Children

natural origami

exploring math and nature through paper folding

tumultodisogni

“...e che i sogni siano sintomi, siano armi nucleari.”

smallestforest.wordpress.com/

Express yourself. It is later than you think.

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

A Binding Passion

Logos endiathetos - the word remaining within

Una caffettiera sul fuoco

"A riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco" (Erri De Luca)

Chic After Fifty

Il fashion blog di Anna da Re

Zaino e Via

"Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi"

The Milos-Ivanski Studio

Featuring the work of Lori Milos-Ivanski

Artigianeide

Nuove forme e interpretazioni artigianali per reinventare ciò che viene fatto da sempre