Mimetismo fallito…

… miseramente fallito !

Che il piano segreto di questo coleottero fosse di fingersi ciondolo della collana?

(in un mercatino a Ilha Grande, stato di Rio de Janeiro, Brasile )

coleottero (Medium)

Annunci

Ti respiro…

Ti vedo, non ti guardo,

ti sento, non ti ascolto…

ti accarezzo, non ti tocco

ti respiro fino all’essenza di te

mi inebrio d’amarti,

vita mia…

Fiori effimeri

Al nostro primo incontro avrei voluto comprarti rose bianche, non erano abbastanza delicate per te, quindi le lasciai sul banco.

Acquistai un mazzo appariscente di fiori gialli di primavera, troppo intensi, troppo brillanti, fastidiosamente profumati, li gettai nella pozzanghera.

Rose rosse, le scartai, temetti di ferirti per le troppe spine.

Stavo scegliendo con cura viole del pensiero e poi fiori blu del silenzio, quando vidi un fiore unico, lo avvolsi in una carta semplice e te lo portai.

Lo prendesti brusco e incurante: nudo, senza petali, cadde nella polvere

Se fossi un angelo

Se fossi un angelo

starei sempre accanto a te

per vegliare su di te

e prendermi cura di te

e ti amerei con un soffio d’infinito,

il tuo essere mortale mi sarebbe più caro di qualsiasi eternità,

ti accarezzerei lieve come petalo di rosa,

ti amerei senza farti sentire peso di me,

potrei abbracciarti in un sospiro di vento

e baciarti con un tocco d’ala,

saresti per me un essere unico e speciale…

ma non sono un angelo

e non posso che amarti

con la polvere terrena di cui sono fatta

e con i i miei effimeri fiori

Fine del lavoro

Inizia domani la mia ultima settimana di lavoro dopo 30 anni di lavoro in Extracolor… Tante volte ho pensato che sarei stata felice della fine di questo lavoro. Tante volte ne ho desiderato la fine. Invece ora che il momento è arrivato, la realtà è ben diversa… finisce una parte lunga della mia vita e a luglio compierò 50 anni e non riesco a non pensare che una gran parte della mia vita è finita e non tornerà e non so venerdì starò meglio senza extracolor. E’ la fine delle cose e tempo di bilancio per me, non troppo positivo. Non so come sarà dopo. So solo quello che ho perso e che non tornerà. So ciò a cui ho rinunciato e non potrò più avere. So che indietro non si torna e che ho un’età in cui le scelte della vita sono già state fatte e non si possono più fare. Non so come sarà il mio domani. E non penso solo al lavoro ma a tutta la mia vita.

Tempo di bilanci…

Speriamo di ritrovare la serenità

Per pesare il cuore con entrambe le mani ci vuole coraggio (Tiziano Ferro)

Per pesare il cuore con entrambe le mani mi ci vuole un miraggio 
Quel conforto che
Ha a che fare con te 
Quel conforto che ha a che fare con te 
Per pesare il cuore con entrambe le mani ci vuole coraggio 
E tanto tanto troppo troppo troppo amore
Se questa città non dorme
Allora siamo in due
Per non farti scappare
Chiusi la porta e consegnai la chiave a te
Adesso sono certa della differenza tra
Prossimità e vicinanza
Eh, è il modo in cui ti muovi
In una tenda in questo mio deserto
Sarà che piove da luglio
Il mondo che esplode in pianto
Sarà che non esci da mesi
Sei stanco e hai finito i sorrisi soltanto
Per pesare il cuore con entrambe le mani ci vuole coraggio
E occhi bendati, su un cielo girato di spalle
La pazienza, casa nostra, il contatto, il tuo conforto
Ha a che fare con me
È qualcosa che ha a che fare con me
Se questa città confonde
Allora siete in due
Per non farmi scappare
Mi chiuse gli occhi e consegnò la chiave a te
Adesso sono certo
Della differenza tra distanza e lontananza
Sarà che piove da luglio
Il mondo che esplode in pianto
Sarà che non esci da mesi
Sei stanco e hai finito i sorrisi soltanto
Per pesare il cuore con entrambe le mani
Ci vuole coraggio
E occhi bendati su un cielo girato di spalle
La pazienza a casa nostra il coraggio il tuo conforto
Ha a che fare con me
È qualcosa che ha a che fare con me
Sarà la pioggia d’estate
O Dio che ci guarda dall’alto
Sarà che non esci da mesi sei stanco
Hai finito e respiri soltanto
Per pesare il cuore con entrambe le mani mi ci vuole un miraggio
Quel conforto che
Ha a che fare con te
Quel conforto che ha a che fare con te
Per pesare il cuore con entrambe le mani ci vuole coraggio
E tanto tanto troppo troppo troppo amore
Tiziano Ferro

Incrocio

Incrocio di pensieri si dissolve nel tramonto della mia sera.

(Spiaggia Grande di Positano, 20 ottobre 2016)​

Il vischio va in città…

vischio (2)

vischio (6)

Il vischio è una pianta sempreverde , epifita,  emiparassita di numerosi alberi soprattutto latifoglie come pioppi , salici, tigli, aceri, meli, betulle, mandorli, e pruni. Se ne può notare la presenza specialmente in inverno sulle piante ospiti spoglie di proprie foglie. Il vischio è in grado di compiere la fotosintesi, mentre è costretto a sottrarre azoto dall’albero che lo ospita.

Ho incontrato un bellissimo esemplare di vischio in piena città, di fronte ad un centro commerciale, nato da una bacca trasportata da qualche uccello.

Numerose le leggende tra sacro e profano intorno  al vischio.

Speriamo porti fortuna anche solo vederlo…

Oggi la vita…

Oggi la vita mi ha licenziato,

mi ha detto che non ha bisogno di me,

Oggi la vita mi ha licenziato perché mi ha fatto vedere la realtà,

Oggi la vita mi ha tolto ogni illusione perché amore non c’e’,

Oggi la vita mi ha licenziato…

Resta il grillo

che canta nel prato,

il tatto dell’erba tra le mie dita

e il sapore di un sole che non riscalda…

Questa poesia è dedicata alla fine del mio contratto di lavoro con Extracolor, dopo quasi 30 anni, di Extracolor ricorderò solo l’odore degli acidi della sviluppatrice, il mio senso di vomito, le mie lacrime mai viste e inghiottite di ogni giorno, la sporcizia delle pareti sporche, il caos, il disordine, la non pulizia, la mancanza di chiarezza, l’incertezza degli ultimi anni, il farmi sentire una nullità, la malizia e la volgarità delle persone, salvo solo l’amore che avevo per il lavoro, il mio credere di svolgerlo al meglio, pensando alla felicità del cliente. Tutto finito.

Per un figlio

Mi raccolgo attorno a te come in un morbido abbraccio, assaporo la gioia tutta mia di essere sola insieme a te e di avere per prima il privilegio di amarti.Percorre lieve la mia pelle al di sotto della quale pulsa la musica del tuo cuore, ascolto i tuoi movimenti.

 Mi sgomenta pensare che un giorno mi lascerai e mi da gioia pensare all’uomo giusto e buono di cui essere orgogliosa. E sempre pensando a te avro’ lo stesso tremito d’infinito ,che avverto ora cullandoti dentro di me, per tutto l’amore di cui sei fatto, palpiti di cellule e polvere innamorata, che ho accolto dentro me…

E sto in silenzio e ti abbraccio…

Il presepe nel sidecar

Un presepe in un sidecar all’ingresso di Longiano (FC) nelle colline romagnole ben esprime il carattere gioviale del paese che nel periodo di Natale ospita ben cento presepi sparsi nelle vie e nelle sue numerose chiese e musei.

 

Domani arriverà un’altra vita

Ci vorrebbe un’altra vita per dedicarla ad un figlio………………………………………………………………..

Ci vorrebbe un’altra vita
per fermarci ad un secondo di distanza da un errore
un’altra vita per capire
qual’è il modo per difenderti e tenerti più lontano
dalle tue grandi paure
ti eviterei certe salite suggerendo più pianure
se fosse mai esistita, un’altra vita.
Per ritornare sui nostri passi e
per ritrovare la pace che non c’è
un’altra vita, insieme a te.
Ci vorrebbe un’altra vita
per comprendere ogni cosa
prima che sia già passata tra le mani
per proteggerti domani
dall’ipocrisia del mondo e dai giudizi
dall’ingenuità che il tempo
ha trasformato in vizi.
Ci vorrebbe un’altra vita
per amarti nuovamente
liberarci del passato
e non sbagliare niente
per avere le certezze che non ho
ci vorrebbe si lo so… lo so… lo so…
un’altra vita.
Per ritornare sui nostri passi e
per ritrovare la pace che non c’è
ci vorrebbe, si lo so… lo so… lo so…
un’altra vita
per migliorare… ricominciare.
E mentre i giorni passano
le opinioni cambiano
restiamo ancora qui fermi al sicuro
che poi domani magari davvero arrivera’
un’altra vita.
Per migliorare, ricominciare
un’altra vita
pero’ dov’è
un’altra vita,
insieme a te.
Fabrizio Moro

Un dono d’infinito

dono

Amore,

vorrei darti in dono tutte le cose più belle,

vorrei raccogliere cesti di stelle per far brillare la tua notte

e cesti di ciliegie per rendere dolci i tuoi giorni,

vorrei proteggerti da ogni sofferenza e ripararti da ogni delusione,

vorrei farti dono dell’universo,

amore,

vorrei farti un dono d’infinito

ma non c’è niente che io possa donarti

perché il dono più bello della tua Vita sei tu

(foto di MorningBirdPhoto)

Una bicicletta

una simpatica bicicletta fa da vetrina a un locale di Cesenatico (FC):

il vino aggiunge un sorriso all’amicizia e una scintilla all’amore!

bici a cesenatico

I ricordi

A volte sono i ricordi di cio’ che non abbiamo vissuto, di cio’ che non e’ stato… a farci piu’ male di altri… come arti amputati, terminazioni nervose impazzite

Arriva quel momento

Arriva sempre quel momento in cui le cose finiscono, e sebbene tu possa anche averlo desiderato oppure no, non ti sembra vero che il tempo sia trascorso cosi’ veloce, che tutto il tempo sia andato perso cosi’ inutilmente e vanamente e non riesci a credere che tutto sia stato senza un senso. L’unica certezza e’ che le cose finiscono…

La casa museo di Marino Moretti a Cesenatico

L’altro me stesso guarda il suo giardino,
guarda le cose intorno,
sorride a queste cose, al verde, al giorno,
a tutto come quando era bambino.
E qui sente che il tempo s’è fermato,
che s’è come staccato
da tutto il resto e la morte è lontana,
e che ogni attesa è vana,
se non esiste più ora e stagione,
ma soltanto quel basso e quel giardino.
Perch’io son quel bambino
con la sua sfida nella mia prigione.

Marino Moretti

La casa museo si trova a Cesenatico in via Moretti 1 sul porto canale,  conserva ricordi, documenti, dipinti, manoscritti e lettere legati alla vita di questo poeta del novecento. Oggi ospita un Centro di studi e di ricerca sulla letteratura, promuovendo diverse attività culturali. Ebbi modo di visitarla qualche anno fa,  rimasi colpita dal fascino crepuscolare dell’atmosfera che vi si respira, vi era allora ancora la tartaruga centenaria dell’autore. Molto bello anche affacciarsi dalle stanze del poeta direttamente sul porto canale di Cesenatico.

L’ amore felice

rosa

L’amore vero non perde tempo ad aspettare o in aspettative,

semplicemente è felice e si accontenta di amare,

senza pretese,

libero e gioioso,

sereno e fiducioso,

perché la vita lo ricambia

di stessa rosa

1-La salina Camillone di Cervia

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAKONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Immagini da una vista alla Salina Camillone di Cervia con alcuni momenti della produzione e del sale.

Il sale di Cervia è un sale integrale marino. E’ marino, perché la sua origine è l’acqua del mare, che viene fatta entrare in salina dal canale immissario, dove viene fatta evaporare e concentrare fino ad arrivare alla produzione del sale vero e proprio. E’ integrale perché una volta raccolto viene esclusivamente lavato con acqua madre e poi lasciato essiccare in aia in  cumuli di sale che sembrano quasi di neve.

http://www.salinadicervia.it/

 

La plastica non riempie il cuore di questi bambini che ogni sera ci dicono: “mi dai un abbraccio bello forte?” di Fausto Marinetti

Nella casa dei minori di Fortaleza condivido la vita con una trentina di bambini. Hanno tanto amore da dare, che trasborda in abbracci, baci. Sai cosa vuol dire essere baciati da Cristo in carne ed ossa?

Siamo rimasti senza materassi per la pipì a letto. Messa la notizia in rete, arriva un camioncino stracarico di materassi, dolci e bandierine. Come se il popolo brasiliano inviasse degli emissari a restituire la refurtiva. Per i nostri bambini, una festa. Si sentono vivi, perché oggetto di attenzione. Non si pensa che per chi riceve, è un’umiliazione: “Noi siamo fatti per ricevere e voi per dare. Siamo delle cavie, un giardino zoologico per addomesticarci con qualche carezza.”

Siamo stati abituati a ricorrere alla beneficenza come diversivo della giustizia. Credete di comprare il nostro sorriso con due caramelle e un giocattolo? A Natale è impossibile difendersi dalla pioggia di regali. La soffitta scoppia, nelle stanze letti e armadi ci vanno stretti.

“pensano di colmare con delle cose la nostra fame di amore?”

O è una maniera inconscia di farsi perdonare?

I ragazzini si divertono a scartare i doni. Soddisfatta la curiosità, li buttano in un angolo. La plastica non riempie il cuore di questi bambini che ogni sera ci dicono: “mi dai un abbraccio bello forte?”

Tratto dal prossimo libro di Fausto Marinetti “Caro Papa Francesco”

fausto.marinetti@gmail.com

Annunciazione

Lo straniero non disse nulla per tutto il tempo,

ma aveva occhi di cielo,

mani di piume e pelle di miele,

rimasi curiosa di udire la sua voce,

se davvero

fosse stata quella di un angelo,

dovette ripartire subito,

mi lasciò,

inondata di luce

Il mio cuore si fa gemma

marigold-1503876_640

Ti lascio andare,

amore,

ma non lascio andare il mio cuore,

se lo facessi morirei come foglia

che abbandona l’albero e non può farvi ritorno.

Il mio cuore si fa gemma

al gelo del tuo inverno,

basterà un tuo sorriso

per farlo rifiorire di speranza…

(foto di Myriams_foto)

Partorirti

hands-2383261_640

Avrei voluto portare il tuo mistero,

avrei voluto che mi sgusciassi tra le gambe

sporco, acerbo frutto,

e appoggiato il tuo cuore sul mio,

avrei visto la cosa più straordinaria del creato,

un fior di loto di fango, appena sradicato,

un pezzo di asteroide incandescente di sole,

un sogno d’infinito lanciato nel mondo…

 

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

pantalica

la capitale dei siculi

Laura Parise

Come le onde del mare... un moto perpetuo... perché la vita è un libro pieno di pagine bianche...

Viaggi Social

Viaggi e Foto

Vale in-divenire...

Just another WordPress.com site

La Terra di Mezzo

La bellezza non è che il disvelamento di una tenebra caduta e della luce che ne è venuta fuori. Alda Merini

Tanos andando

Viaggio in sudamerica - Travel blog

CONTATTOZERO - NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA

NARCISISMO PATOLOGICO E PSICOPATIA NO CONTACT

narcisismo patologico

Un benvenuto speciale alle/ai Sopravvissut@ al narcisismo. una volta scoperto che NON SIAMO PAZZ@ e soprattutto NON SIAMO SOL@, possiamo cominciare a rivivere un'altra volta. la miglior vendetta è una vita vissuta bene e pienamente.

Limù

- So many things to say -

Fame di parole

Storie, articoli e pensieri

La Poesia del Cuore

Questa è la poesia del mio cuore. Il mio essere, il mio amore. Dedicata alla persona che amo.

Piccoli ventagli

Poesia d'ispirazione orientale

The Art of Books

books and other mixed media works of art from the eclectic mind of jamila rufaro

La Vita, così come me la racconto

Quando sono quello che sono appare Dio dentro di me. (A. Jodorowsky)

Letters from Santa Blog

Make Christmas Magical with Letters from Santa!

prima dei tasti sul cuore

Il territorio dell'agire poetico

La porta della condivisione

La vita...è...un'avventura.........

SENZ'AZIONI

Qui sensibilizzo la mia immaginazione.

Chiavari EMOZIONI tra Caruggi e Portici

Da un'Emozione nasce un Disegno da un Disegno un'EMOZIONE

-Conto Alla Rovescia-

•Scegli i tuoi pensieri con attenzione, sei tu il creatore della tua vita•

piapencil

L'ironia è la prima strada verso la libertà

Illuminata

perchè tenerci tutto dentro, la comunicazione è la cosa più bella

patriziaturno

school is fun

Il tuo cielo

Li dove puoi mettere insieme persone, momenti, ricordi e sogni. Dove puoi esprimere serenamente i tuoi desideri oppure svuotarti delle tue paure. Puoi condividere le tue esperienze o aiutare chi sta in difficoltà. È il tuo cielo e decidi tu cosa vederci dentro.

L'angolo di White B.

Attraverso questo blog vogliamo parlare di NOI genitori: genitori di corsa, sempre alle prese col tempo e la gestione di lavoro e famiglia, e genitori che all’improvviso devono rallentare senza capire fino in fondo cosa sta succedendo. I loro bambini infatti sono ammalati o non ci sono più.

laspunta

Qui le chiacchiere stanno a zero... Siete capitati nel blog di un’accumulatrice compulsiva di informazioni...

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

folioandfibre.wordpress.com/

experimental mixed media, paper and textile explorations...and a place to empty my head

Woodlands and Waters

Outdoor adventures in the Tennnessee Valley and beyond

PaperMatrix

take paper in excess - add crafty fingers - and make woven wonders

fabriziocaramagna

Fabrizio Caramagna, ricercatore di meraviglie e scrittore di aforismi

SOGNOTEATRO

Il teatro è un sogno che si vive in poche ore e continua anche dopo. (Salvatore Pagano)

ALBERTO ROSSETTI

PSICOTERAPEUTA e PSICOANALISTA

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Visitare Civita di Bagnoregio

Prenotazione guida turistica, pacchetti e informazioni

Petru In Viaggio

Viaggia più che puoi. La vita non è fatta per essere vissuta in un unico luogo!

Convitto Art Lab

Creatività contemporanea negli spazi della storia

Tempo di Carta

DIAMO STILE ELEGANZA EMOZIONI PERSONALITÀ AD OGNI VOSTRA SCELTA

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

...Cilento Channel

l'informazione del cilento sul web e in tv canale 636 del digitale terrestre

Dove nascono le idee...

il blog di La Rana Viola

Final Year Research

Research for my final year projects

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

Biblioteca il Gatto

via battaglini cagiallo