Siamo madri, comunque

Questi ultimi 6 mesi li ho trascorsi così, in completo silenzio e solitudine. Non trovavo neppure le parole per esprimermi. Mi assaliva una specie di nausea e vomito. Di disgusto. Come quando il tuo corpo è avvelenato e vorrebbe espellere il veleno. Quel veleno era il dolore.

Non ho mai sofferto di solitudine perché fin da piccola vi sono stata abituata. I miei genitori lavoravano e mi lasciavano a casa da sola con mio fratello, io 7 anni e lui 2. Niente amici, mai fatta una festa di compleanno con amici, mai nessun amico di scuola veniva a casa, non avevo nessuno a parte un’amica che era la mia compagna di banco. Vedevo i nonni paterni la domenica e basta. Oltre alla scuola non facevo niente altro. I miei genitori non avevano tempo ed io ero una bambina di poche pretese, ubbidiente e silenziosa. Stavo sempre chiusa in casa perché abitavamo a Milano negli anni 70. A Natale venivamo in Romagna dai nonni paterni ma anche qui il nulla, non si faceva mai nulla di particolare se non pranzare o andare alla messa.

Poi ci siamo trasferiti da Milano a Forlì.

I miei genitori continuavano a non aver tempo e così da sola ho vissuto la mia adolescenza, per fortuna non ho fatto gravi errori ma non ho proseguito gli studi e ho fatto l’operaia e poi mi sono sposata e non ho avuto figli. Queste due cose mia madre me le rimprovera ancora, che non sono andata all’università e che non le ho dato un nipotino.

Mio marito ha due sorelle e un totale di 5 nipoti. Io non li ho mai presi in braccio, un po’ perché non sapevo come fare, un po’ perché mi sembrava che le mamme dei bambini e mia suocera e infine anche mio marito non mi reputassero all’altezza di questa cosa.

Non mi sentivo all’altezza, né capace di dare amore ad un figlio.

Così un figlio non è arrivato.

Poi mio fratello ha avuto un figlio, finalmente, così mia madre era contenta ma i miei sensi di colpa aumentarono per quello che non ero stata in grado di fare.

E così, non so, iniziò la mia depressione.

Si aggravo’quando mio fratello ci accusò di volerlo separare dalla compagna. Fu allora che iniziai a guardare fuori dalla finestra e mi accorsi che non vedevo più i colori.

Con mio marito non parlavo di queste cose.

Non so ma mi iscrissi in un forum di autismo per parlare con persone che sentivo simili a me.

Conobbi una persona e mi affezionai molto, pensando che avrei potuto dare a lui questo affetto materno sconosciuto. Mio fratello non ci faceva avvicinare al mio nipotino più di quello che avremmo desiderato ed io non sapevo cosa fare di questo amore che se non lo avessi dato a qualcuno sarei morta.

Era una cosa pulita e pura e bella.

Ne parlai con mia madre e poi con tutti della famiglia e iniziai a scrivere poesie per esprimere quello che in tanti anni non avevo mai detto.

Lo so che è una storia molto banale e semplice. Però così è stato.

Ora io vorrei aiutare le donne come me a parlare di questo argomento che molto spesso viene nascosto come una colpa.

Vorrei dire loro che siamo donne e siamo comunque madri, anche senza un figlio.

15 risposte a "Siamo madri, comunque"

Add yours

  1. Cerca di rasserenarti ! Purtroppo ognuno di noi ha storie complesse nell’intimo ma col passato non possiamo far più nulla.
    Cerca di trovare il positivo anche dove non c’è, cerca di reagire sempre… Cerca, infine, di idealizzare il figlio che non hai con la speranza che ciò che fu non è stata colpa tua e niente e nessuno può cercare di alleviare il tuo dolore.

    … Non ti seguo molto ma capisco il tuo messaggio…

    E’ il 31/12, cerca di passarlo almeno in tranquillità !
    Ciao !

    Piace a 1 persona

  2. Cara Antonella, la tua storia mi rattrista in maniera empatica, ma mi distacco dall’abbraccio per guardarti negli occhi e dirti che siamo mamme se abbiamo quell’istinto dentro, non solo e semplicemente se partoriamo. E sicuramente ti ho scritto una cosa che sai e che però va vissuta. Non avendo io avuto figli, tutti i miei bambini sono quelli che arrivano, e se ne vanno, dove faccio da anni volontariato, in comunità protetta e in ospedale. La mia vita senza loro non avrebbe senso, perché questa E’ la mia missione qui. Spero possa essere anche la tua !❤🙏

    Piace a 1 persona

  3. Che lavoro gravoso curare l’anima, ma tu sei brava, scrivere aiuta tantissimo 💪 Posso consigliarti un libro da leggere? A me, e a tante altre donne, è stato di grande aiuto, in particolare per le donne che, per stereotipi ed aspettative di altri che affermavano di amarle, sono state umiliate nella loro femminilità (che poi la femminilità non è una e solo una, ma molteplici ed infinite femminilità). Clarissa Pinkula Estes, psicologa Junghiana, ha saputo, nel suo primo libro “Donne che corrono coi lupi”, dare voce alle molteplici femminilità. E’ un libro che ti rapisce, ti aiuta a scoprire la chiave della rinascita della femminilità offesa. Sono certa che tra le tante femminilità troverai anche la tua che è degna di rispetto come tutte le altre.

    Mo basta però, che divento pesante 😁
    Felice di averti trovata su questo mare virtuale, ti auguro un 2020 di potente rinascita 🙏

    Piace a 1 persona

  4. Non è una storia banale, è una storia di vita e come tale va rispettata e considerata. Perchè quello che per gli altri può essere insignificante o normale per chi la vive è un fardello, da trasportare e se ci si riesce da sciogliere.
    trovo che la tua storia sia dura, e mi dispiace per ciò che hai passato.
    non ti dirò cosa potresti fare, ma suggerirei di tornare a colorare il mondo, perchè c’è tanto da fare.
    (hai mai pensato di curarti di bambini bisognosi, o fare la baby-sitter? Io per anni ho avuto il problema di non avere figli, mi dissero che non potevo, ho cresciuto tutti i figli di amici che lavarovano, lavorato in casa-famiglia)

    Piace a 1 persona

  5. Brutta la solitudine per anni ma intanto ci evita eventuali troppe compagnie di quelle che, se non siamo pronti, ci porterebbero alla dannazione, brutto avere familiari che non hanno tempo per noi, la maternitá reale è ideologica, metafisica, ad essere capaci di essere madre in realtá è un viaggio infinito e difficilissimo mentre la necessità di partorire potrebbe essere un bisogno indottoti dalla società mentre la femminilità rubatati è un altro argomento a cui mi sembra io ti stia scrivendoti varie parole nei miei vari commenti in questo tuo blog, auguro Meritocrazia reale, auguro armonia con la Bellissima Vita, Bellissima Natura, Bellissima Morte, buongiorno! 💖 … 💖

    Piace a 1 persona

Rispondi a Antonella Marinetti Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

aspiblog

A blog by an autistic person

mattinascente

svegliarsi positivamente

poi ti spiego . . .

Scene Random di Vita Quotidiana.

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

VOCI DAI BORGHI

Laudabunt alii claram Rhodon aut Mytilenem...

Storie piccine per adulti rimasti bambini

L'importante è cercare, non importa se si trova o non si trova

INDIGO STARGATE

Il Portale Stellare Indaco

Sarà Perchè Viaggio

UN PUNTO DI VISTA UNICO PER I TUOI VIAGGI

My Mad Dreams

Sognatore è chi trova la sua via alla luce della luna... punito perché vede l'alba prima degli altri. [Oscar Wilde]

THE MESS OF THE WRITER

"SAPERE TUTTO DEL NULLA E NULLA DEL TUTTO." [If you're not italian, you have the possibility to translate all the articles in your own language, clicking on the option at the end of the home page of the blog]

Maria's Live Spaces

A piccoli passi, un poco di me

Theodore B. Fox

Le incredibili avventure di un esploratore (quasi) professionista

Lino Fusco Psicologia Psicoterapia

Ansia Depressione Ben-Essere Autostima

I Viaggi di Morgana

Live in the present without time

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Laura Berardi

La vita è un uragano di emozioni

PIATTORANOCCHIO

Piattoranocchio non è solo un blog di ricette! Allieta la tua giornata con storie divertenti e saziati di foto!

Damiano e Margherita Tercon

L'autismo non ci ferma!

Violenza Psicologica

Articoli e riflessioni di una scampata a una relazione violenta.

kintzugi

l'arte di ridare forma alle cose

Uscire dalla dipendenza affettiva

Psicoterapia applicata alla cura della love addiction

THE PRINCESS AND THE AUTISM

"L'amore non conosce barriere. Salta ostacoli, oltrepassa recinzioni, attraversa pareti per arrivare alla sua destinazione, pieno di speranza." - Maya Angelou

I pensierini ritrovati nella mia cartella

Osserva il mondo con gli occhi e lo stupore di un bambino!

Sogna Viaggia Ama

di Veronica Iovino

Papaveri e Pat

«Il papavero mostra un fiore selvaggio e fragile, resistente e singolare, che nessuno ha mai piantato e la cui fiamma percorre i campi come un messaggio.» Marcel Proust

Cultura Oltre

Rivista culturale on line

Simon Goode

Let's make books...

irughegia

il blog di silvia sitton su abitare collettivo, sharing economy e dintorni

twiggynest

Craft ideas, inspiration and artistic projects

Amore Di Zìa blog

Nel cucito come nella vita: mai dire mai!

Mamma nel Cuore

Percorso, Sensazioni, Scelte di una mamma adottiva

Writing on a green stone

Scrittrice ispirata da sole emozioni

light blue

esprimere le foci interiori per non affogare

The Renarde Resistance

Political Activist. Mother.

Sons Of New Sins

Parole libere. In armonia con il suono del silenzio.

Trial By Fire

Good Versus Evil, Poetry, Quotes, and Creative Writing, Copyright ©BBYCGN

The Blower Daughter

Parto, fotografo e racconto dei miei viaggi

Appunti sparsi

Il disordine non esiste.

Narcissistically Speaking

Awareness for Women of Faith

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: