8 pensieri di Simone Stabilini per la scuola

8 pensieri per gli insegnanti di Simone Stabilini per una scuola inclusiva e accogliente per tutti

NON ESSERE SPAVENTATO! – DON’T BE AFRAID!

Non essere spaventato: incontrare un bambino autistico arricchirà il modo in cui vedi il mondo.
STUDIA! – STUDY!

Studia! Ci sono molte fonti di informazioni sull’autismo, ora, ma ricorda che ogni persona è unica e irripetibile.
INIZIA SEMPRE DALLE ABILITA’ – ALWAYS START FROM ABILITIES

Inizia SEMPRE con le abilità e gli interessi del tuo allievo: la gratificazione che riceverà mostrando ciò che è in grado di fare bene sarà lo stimolo necessario a superare le difficoltà riguardo ciò che ancora non sa fare.


COSTRUISCI OPPORTUNITA’ – BUILD OPPORTUNITIES

Costruisci opportunità sociali ed educative personalizzandole sul tuo allievo: permettigli di imparare e vivere secondo i suoi tempi e nelle condizioni adeguate a lui.


COINVOLGI LA FAMIGLIA – INVOLVE THE FAMILY

Fai sempre in modo di coinvolgere la famiglia del tuo allievo nel lavoro che fai con lui: ricorda che non c’è nessuno che lo conosce meglio dei genitori. E condividi le tue scoperte con persone che lavorano con te: la consistenza è un elemento centrale.


EDUCA I COMPAGNI – EDUCATE COMPANIONS

Educa i suoi compagni a non commiserare con il tuo allievo autistico: la sua vita è piena e complessa come quella di qualsiasi altra persona.


NON PERDERE LA SPERANZA – DON’T LOSE HOPE

Non perdere la speranza anche quando sembra che il lavoro che stai facendo fornisca pochi risultati: non fermarti e credere sempre al tuo allievo. Lo noterà.


DIMENTICA I CLICHE’ – FORGET THE CLICHE’

Dimentica i cliché e conosci il tuo studente autistico: vedrai che, oltre l’autismo, c’è molto ma molto di più di quanto immagini.


Simone Stabilini 

Chi è Simone Stabilini

Per chi non mi conoscesse, mi presento: mi chiamo Simone Stabilini, sono fortunatissimo ed onoratissimo collaboratore del Centro Studi e Ricerche per la Disabilità e la Marginalità CeDisMa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, per la quale avrò l’altrettanto onore di insegnare Tecnologie dell’Inclusione per l’Autismo nel corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria – Corso di Pedagogia speciale del Prof D’Alonzo. Ma in fondo sono solo un essere umano che cerca di fornire punti di vista riguardo gli autismi, e che ha interesse affinché la società cambi i propri punti di vista riguardo le abilità, le possibilità di apporto di valore e il diritto all’inclusione delle persone autistiche, perché convinto, come disse Grandin, che il mondo abbia bisogno di tutti i tipi di mente.

Annunci

Arrenditi alla gentilezza di Simone Stabilini

Arrenditi alla gentilezza: busserà al tuo cuore stanco. Sarà insistente, non si attenderà. Nessuno si arrende quando sa che può conquistare qualcosa o qualcuno. Ed il tuo cuore stanco non è scevro dalla bontà, tutt’altro. Sai, figlio mio, nasciamo con la stessa propensione alla bontà di quanto ne abbiamo alla cattiveria. Ma tu sei stato amato. Io mi sono arreso alla gentilezza. E ti ho amato. Arrenditi alla gentilezza, figlio mio. Ed ama.

Simone Stabilini da Lettera a mio figlio

Recensione di The Good Doctor a cura di Simone Stabilini

Anche una serie TV, se ben fatta, può aiutare il processo dell’inclusione delle persone autistiche nella società.

Sottolineo e condivido il messaggio centrale di  Simone Stabilini nella sua recensione a The Good Doctor

“E’ ora che la società prenda coscienza dell’unicità, delle abilità e della possibilità di fornire dei benefici da parte delle persone nello spettro autistico, riconsiderando la tendenza ad abbracciare stereotipi e false credenze e rimettendo in gioco la volontà di realizzare il vero processo inclusivo per il quale, su più fronti, ci si sta impegnando.” Simone Stabilini

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpermalink.php%3Fstory_fbid%3D237449473532315%26id%3D100018017918025&width=500

Martedì 17 luglio 2018, Rai1 ha trasmesso in prima visione i primi episodi di “The Good Doctor”. Serie statunitense del 2017 ideata da David Shore – il padre di Dr House -, andata in onda per la prima volta su ABC il 25 settembre, è composta da 18 episodi della durata media di 43 minuti ciascuno e narra la vita – professionale e non – di un giovane chirurgo pediatrico autistico, Shaun Murphy, interpretato da Freddie Highmore.
Ho seguito con grande interesse i primi episodi andati in onda sforzandomi di osservare con occhio critico lo stile, la modalità di comunicazione ma soprattutto il contenuto, e devo ammettere che l’esordio non ha deluso le mie aspettative, e ne sono rimasto colpito in modo estremamente positivo.
Seppur coniugando intrecci di altri personaggi e delle loro vicende personali, il protagonista assoluto resta come ovvio il giovanissimo Dr Shaun, che dopo una infanzia travagliata, viene aiutato nella crescita personale e professionale dal direttore dell’Ospedale in cui lavorerà come Chirurgo, che riesce a capirlo e valorizzarlo ma soprattutto crede fermamente nel vantaggio che una persona come Murphy può apportare alla società.
Tralasciando l’analisi tecnica della regia – indubbiamente di ottimo livello sia dal punto di vista della fotografia che dal punto di vista dello storyboard -, trovo molto interessante la possibilità di osservare come la realtà della condizione del Dr Shaun sia stata trasposta a video senza inutili fronzoli o moralismi e come le peculiarità di pensiero, di stile e di ragionamento siano rappresentate in modo onesto e mai pesante. Fin dall’inizio – all’atto dell’arrivo in aereoporto -, le inquadrature e lo storyboard analizzano in modo attento le sensazioni che potrebbe avere una persona autistica: l’attenzione ai cartelloni degli orari dei voli che cambiano, i rumori delle ruote delle valigie, i movimenti delle persone, tutto ruota attorno alla sensazione di essere immersi in un caos disordinato in movimento, mentre i percorsi fissi ed immutabili, come quello calcato fin dall’uscita di casa, riportano la prevedibilità ai livelli accettabili (o per lo meno funzionali alla sopravvivenza). L’estrema, ingenua sincerità del Dr Murphy viene da subito fatta notare quando il personaggio si rivolge al primario della squadra di chirurgia nella quale il giovane chirurgo viene accolto dicendogli “Lei è molto arrogante: pensa che le serva per essere un buon chirurgo? Ne vale la pena?”, e in modo funzionale al disegno della società che spesso – anche se non sempre – tende ad approfittarsi della ingenuità delle persone come lui, ed è la stessa genuina ingenuità con la quale risponde, per esempio, alla richiesta in ascensore “Dove va?” con un “Sono un chirurgo del…”, anziché con il piano di fermata. L’ingenuità si riflette, poi, in una estrema onestà intellettuale, quando chiede alla neo collega come mai al loro primo incontro fosse stata sgarbata con lui, al secondo lo fosse stata meno e al terzo volesse diventare sua amica, domandandole senza mezzi termini in quale delle tre occasioni essa stesse mentendo, oppure ancora quando, evidenziando un lack di empatia emozionale, comunica il tumore maligno ad una paziente con conseguente “alta probabilità di morte” (cit.). Proprio tale lack viene spesso sottolineato nella letteratura riguardo le abilità delle persone nello spettro autistico, e penso sia onesto come venga evidenziato quanto questo sia importante nello svolgimento di alcuni tipi di professioni ad alto impatto umano.
Funzionale è, poi, la sottolineatura delle difficoltà nella comprensione del sarcasmo: la letteralità con la quale vengono percepite le comunicazioni portano ad un misunderstanding piuttosto diffuso, ma penso che al contempo riparino il Dr Shaun da grandi delusioni sociali. Questo, a mio avviso, è da considerarsi come un elemento che, seppur provochi spesso difficoltà di valutazione, metta al riparo le persone nello spettro autistico da tanta, troppa malvagità.
Le routines, gli allarmi e la cura degli orari non potevano non trovare spazio nella descrizione del personaggio, rispecchiando la necessità di ordine nel caos disordinato della quotidianità, e mi ha fatto sorridere quando, anziché essere preoccupato per il fegato in traporto contro il tempo, ha chiesto alla collega di avvisare il direttore dell’ospedale che, contrariamente alle sue abitudini, avrebbe tardato per il pranzo.
Mi ha fatto molto sorridere il fatto che dopo che la vicina ha chiesto IN PRESTITO le batterie ministilo per il joystick dei videogiochi, lui gliene abbia chieste indietro: ed anche questo è molto logico, dal momento che lei aveva chiesto un prestito, e non un dono.
Giungendo alla fine di questo mio disordinato insieme di osservazioni personali, considero questo primo starting un ottimo approccio: la produzione si è avvalsa di buoni consulenti! E’ ora che la società prenda coscienza dell’unicità, delle abilità e della possibilità di fornire dei benefici da parte delle persone nello spettro autistico, riconsiderando la tendenza ad abbracciare stereotipi e false credenze e rimettendo in gioco la volontà di realizzare il vero processo inclusivo per il quale, su più fronti, ci si sta impegnando. E’ pur giusto, come più famiglie mi hanno giustamente fatto notare, che l’idea della genialità associata all’autismo è scorretta e che la variabilità è molto alta, ma altrettanto sono consapevole di preferire di gran lunga sforzi come questo, volti ad un cambiamento in positivo riguardo la percezione di questa unicità, piuttosto che l’oblìo delle buone prassi veicolato da prodotti vecchi e fuorvianti che, purtroppo, spesso subiamo come retaggio del passato. Ergo: The Good Doctor mi ha entusiasmato.

Sarei onorato e felice di un vostro contributo. Grazie per il vostro tempo. Con stima. Simone Stabilini.

Inclusione, un video messaggio di Simone Stabilini

ABOUT INCLUSION – a free product by Simone Stabilini Imagineering – 2018

A short message for the inclusion. Thanks for sharing.
Un piccolo messaggio per l’inclusione. Grazie per la diffusione.

#inclusion #nodifferences #humans #teacher #docenti #scuola #famiglia #educazione #school #family #education

La solitudine è figlia della libertà di Simone Stabilini

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpermalink.php%3Fstory_fbid%3D184464355497494%26id%3D100018017918025&width=500

“Papà, siamo soli?”
Si, figlio mio, siamo soli. L’umanità è una folla di persone sole.
“Un ossimoro?” mi chiedesti. Si. Ma è un ossimoro coerente. Un ossimorico ossimoro, insomma. Quasi una follia.
La solitudine, figlio mio, è figlia della libertà. L’uomo è libero: pensa, vive, esiste. E crea mondi nel Mondo.
Ogni uomo passa la vita nell’estremo tentativo di creare il suo mondo, ed inconsapevolmente, in questo atto di creazione, erige muri sempre più alti, sempre più insormontabili. Talvolta, invita persone nel suo mondo, e si affanna e affatica per creare le condizioni più adeguate all’incontro: ma è sempre una ricerca del compiacimento, di mutuo adeguamento nella speranza che il suo mondo piaccia agli altri o che, per lo meno, non ne venga rifiutato. Il vero problema, o la vera soluzione, figlio mio, è che anche quelle persone sono libere, e nel nome di questa incontrovertibile libertà non possono – o non riescono a – restare in un mondo che non è il loro per troppo tempo. Dopo un poco, guardano il cielo e, scoprendo che non è il loro cielo, tornano a casa. E l’uomo resta solo, ancora una volta.
Che si può fare quindi, figlio mio? Quasi nulla. La libertà è un valore troppo elevato per essere messo in discussione, persino dalla solitudine. Ed è inutile spiegare che il cielo è uno solo, perché il cielo sta negli occhi di chi lo guarda. L’unica cosa, infine, che puoi fare è aggrapparti ai ricordi. I ricordi creano l’eternità della compagnia che l’uomo, per sua natura, non potrà mai assicurarti.
Se avrai la fortuna di incontrare l’amore, lasciagli la libertà che merita. In questo modo rischierai ancora solitudine, perché la solitudine è figlia della libertà. Ma in questo caso, figlio mio, vale davvero la pena di rischiare.

#sentimenti #solitudine #amore #padre #papà #madre #mamma #genitori #figli#libro

Da “Lettera a mio figlio”, il prossimo libro di Simone Stabilini.
(dedicato al professor Hawking: lui sì, lo sapeva che il cielo sta negli occhi di chi lo guarda)

L’amore non è, l’amore esiste … di Simone Stabilini

<< Cos’è l’amore ? >>

“L’amore… Sapevo che prima o poi mi avresti chiesto cos’è l’amore.

Beh, l’amore non è, l’amore esiste.

Esso è parte di tutto, ed il tutto sarebbe nulla se non esistesse l’amore.

L’amore permea ogni sentimento, nulla è indipendente – ed indifferente – all’amore.

Quando, piangendo, pensi al tuo passato, quello è amore: vorresti tornare indietro e riparare i passi erranti che ti hanno portato alla tristezza, ma non puoi fare altro che ricordartene la strada, per percorrerne una nuova. Quando pensi al tuo futuro, quello è amore: ami il passato per le strade che ti ha fatto conoscere, e perché ti ha reso meno straniero al mondo. Quando torni sui tuoi passi dopo un litigio, quello è amore, ed è amore per gli altri: a nulla vale l’orgoglio, l’amore vince sempre. E quando ti perdoni per gli errori che hai commesso, quello è amore, invece, per te stesso: perché non esisti, se non ti ami.

Figlio mio, l’amore non è, l’amore esiste. Esso vive anche se non lo vuoi. A volte rifiuti l’amore. Urli: “Vattene amore! Lasciami stare!”. Ma anche questo è amore, è amore per l’amore: pur di non sciuparlo, lo rifiuti. E’ un atto di inconsapevole generosità, ma questo concetto temo lo potrai capire solo alla fine.

Molte persone dicono che non credono più nell’amore, perché non ne hanno avuto, ed io non posso insultarne i sentimenti, perché non siamo nati per prevaricare, ma per garantire la libertà. Però, posso, ragionevolmente, indurne i pensieri verso nuove finestre. Il cielo è così grande, figlio mio, che non si ha tempo – né lusso – di poggiare lo sguardo, ed arrendersi.

L’amore è eterno, è quasi un Dio, l’amore. Esiste perché pensiamo di non essere solo materia. Esiste, non è nato e non morirà: è un concetto squisitamente filosofico, ma così profondamente umano…

Non crucciarti nella ricerca del significato dell’amore: bùttati in esso, e con esso danza. Non puoi controllare l’amore, perché non puoi controllare qualcosa che esiste in modo autonomo: puoi solo scegliere la strada da percorrere per giungervi, figlio mio. Ed io, tuo padre, vorrei per te solo strade dritte, senza fatiche, ed a volte potrei imporle, ma sarebbe un peccato: perderesti panorami stupendi, e valli, monti, e mari lontani.

Lascerò libertà assoluta all’amore, perché non possiamo definire l’amore, figlio mio: possiamo solo sperare di saperlo riconoscere.”

da “Lettera a mio figlio”, il nuovo libro di Simone Stabilini

#amore #padre #madre #uomo #donna #sentimenti

lettera copertina

“La vita è una continua ricerca dell’amore, e dei modi per costruirlo: tutto il resto, figlio mio, è solo tempo perduto.” da “Lettera a mio figlio” di Simone Stabilini

 La vita, infine, è una continua ricerca dell’amore, e dei modi per costruirlo: tutto il resto, figlio mio, è solo tempo perduto.”

da “Lettera a mio figlio” – uno dei prossimi attesi libri di Simone Stabilini

 

https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fpermalink.php%3Fstory_fbid%3D162437181033545%26id%3D100018017918025&width=500

Da questa sera alle ore 20 TheFlyingKiteCompany

Da questa sera alle ore 20 sarà completamente attivo il negozio di Simone Stabilini “The Flying Kite Company” all’indirizzo

https://www.etsy.com/shop/TheFlyingKiteCompany

E’ un negozio Online, ospitato da Etsy, la più grande piattaforma per artisti e artigiani del mondo.

Per ora trovate una selezione di piccoli prodotti, ma  nei prossimi giorni Simone conta di aumentare il numero e la tipologia di prodotti proposti. Il lavoro di progettazione, fotografia, pubblicazione ha richiesto moltissimo tempo, e Simone, essendo un perfezionista dell’immagine, non può fare altro che dare il giusto tempo.

Sono prodotti piccoli ma hanno dentro il mio cuore.

Curatissimo sarà inoltre il packaging, con la presenza di messaggi personalizzati.

Inoltre, sarà SEMPRE e OVUNQUE possibile la comunicazione diretta con Simone, sia attraverso messaggi privati che Etsy supporta, sia attraverso la mia email theflyingkitecompany@gmail.com. Simone sta vagliando tutte le possibilità di spedizione nel mondo, al costo più vantaggioso per il cliente: per questo, per ora, spedisce solo in Italia. Ma senza alcun dubbio, dalla prossima settimana, aggiornerà anche i profili di spedizione.

Grazie a tutti coloro che vorranno fare un regalo con il cuore dentro.

Browse unique items from TheFlyingKiteCompany on Etsy, a global marketplace of handmade, vintage and creative goods.
ETSY.COM

– 2 a TheFlyingKiteCompany

THE FLYING KITE COMPANY sarà inaugurato ufficialmente martedì 31 ottobre alle ore 20. È un negozio online ospitato da Etsy, la più grande piattaforma del mondo per artigiani, artisti & craftmen. È già disponibile all’indirizzo https://www.etsy.com/it/shop/TheFlyingKiteCompany . Basta registrarsi su Etsy e si accederà alla possibilità di acquisto online. Contatto diretto sempre ed ovunque nel mondo con il suo fondatore, Simone Stabilini, grande cura e disponibilità per i vostri ordini personalizzati o per realizzare il prodotto che desiderate.

 

L'immagine può contenere: sMS

-6 a TheFlyingKiteCompany

-6 GIORNI A
THE FLYING KITE COMPANY

L’allestimento del negozio richiede più sforzi e più tempo del previsto. Inserirò, nei giorni a venire, nuovi prodotti mano mano che finirò di fotografarli… è una avventura, per ora le visite sono 550, per un totale di 1400 click su prodotto, tre vendite grazie a una carissima amica e tanto, tantissimo lavoro. Ma altrettanta speranza. Iniziano ad arrivare i primi contatti con altri utenti Etsy, proprio oggi una Lecturer dell’Università di Venezia. Come si dice: chi vivrà, vedrà!

Grazie a tutti. Simone Stabini

 

Guarda gli oggetti unici di TheFlyingKiteCompany su Etsy

-7 a TheFlyingKiteCompany

-7 giorni a THE FLYING KITE COMPANY
visitate il negozio, siete i benvenuti!

seguite il negozio anche su twitter

 

ITA – House For Messages – Basta con i post it! Ecco per te una casetta in legno con una fessura nella quale potere inserire i tuoi messaggi o la posta appena ritirata o ancora le cartoline che ami di più. Puro legno di pino, olio di origine naturale, ed…
ETSY.COM

-9 a TheFlyingKiteCompany

-9 GIORNI A THE FLYING KITE COMPANY !

Questo articolo ha riscosso interesse fra i #docenti e i #terapisti. Un gioco semplicissimo per la coordinazione oculo-manuale. Dal mio negozio The Flying Kite Company (inaugurazione fra 9 giorni esatti, ma il negozio è già attivo). Ho intenzione di proporre giochi didattici e di ispirazione montessoriana, li aggiungerò giorno per giorno perché la lavorazione, la fotografia e la pubblicazione richiedono molto tempo. Ma ci saranno 🙂

di Simone Stabilini

 

ITA – Vesti la pecora! Gioco per lo sviluppo dellabilità finomotoria: il tuo bambino si divertirà a vestire la pecora con il lungo filo di lana, dalla coda fino al collo. In legno di pino bianco austriaco, lana e acciaio. ENG – Dress the sheep! Game for the…
ETSY.COM

-11 a TheFlyingKiteCompany

-11 giorni al great opening:

Al mio negozio The Flying Kite Company saranno disponibili anche spille e piccoli ciondoli di mie riproduzioni di miniature medievali in acrilico su legno antico. Ma non voglio giocarmi la sorpresa, le vedrete poi, se vorrete 🙂

Simone Stabilini

Guarda gli oggetti unici di TheFlyingKiteCompany su Etsy, un mercato globale del fatto a mano, del vintage e degli articoli creativi.
ETSY.COM

-13 a TheFlyingKiteCompany

-13 giorni al great opening di THE FLYING KITE COMPANY:
il negozio si sta arricchendo anche di scatti d’autore delle lande di Simone, disponibili sia in formato INSTANT DOWNLOAD che in formato cartaceo firmato, numerato, timbrato.

 

A COSA SERVE AMARE UNA PERSONA SE POI SI MUORE ?

Condivido con gioia , con il gentile permesso dell’autore, questo brano molto delicato di Simone Stabilini:

A COSA SERVE AMARE UNA PERSONA SE POI SI MUORE ?

Questa domanda mi fu rivolta qualche anno fa da un bambino davvero intelligente. Aveva otto anni.
Io gli chiesi di specificare meglio. E lui mi disse: “Io ho amato mio mio papà. Ed è morto. Il mio amore è andato perduto, è stato inutile”. Le maestre lo mandavano da me quando la tristezza era troppa: si sedeva sulle mie ginocchia, appoggiava la testa sulla mia spalla e piangeva. Lui non mi vedeva, ma piangevo anch’io, per lui…
Gli chiesi di lasciarmi un giorno ed una notte per rispondergli.
Ed un giorno ed una notte dopo, puntualissimo, mi disse: allora ?
Io gli diedi una bustina di semini di margherite. Gli dissi: mettili nella terra, innaffiali ma non troppo. Ed amali e parlo con loro. Tutti i giorni. Abbi pazienza, amali ed attendi.
Dopo circa venti giorni, arrivò da me con un vasetto pieno di margheritine, era primavera…
Io lo guardai. Aveva gli occhi che erano il cielo.
Gli dissi: cosa sono?
E lui: le margherite! Sono nate. Ho fatto come hai detto tu…e sono nate! E senti che profumo senti!!! , e le avvicinò al mio naso.
Io lo guardai in viso, e serio gli dissi: prima o poi seccheranno, moriranno… A che sarà servito amarle, quindi?
E lui, che era davvero un bambino speciale, dopo un po’ di silenzio,mi rispose: ho capito….
Dopo qualche giorno mi portò un foglietto. Lo aprii. E mi commossi:

“Amare le persone serve a profumarne i ricordi”.

Io ho tante storie come queste, nei miei ricordi. Tante tante.

Buona notte, sento il profumo delle margherite, ora…

Simone Stabilini

-22 giorni a TheFlyingKiteCompany

Condivido anche io con emozione il conto alla rovescia di Simone Stabilini per l’apertura del prossimo 31 ottobre del suo negozio on line su etsy.

oggetti e meraviglie per il cuore e la mente

THE FLYING KITE COMPANY di Simone Stabilini

Una selezione di creazioni di Simone Stabilini da
THE FLYING KITE COMPANY e-shop
su Etsy dal prossimo 31 ottobre.

Oggetti in uno stile molto personale per dare un senso di calore alla vostra casa, oggetti pensati e creati per la vostra felicità.

Per avere informazioni o prenotare i prodotti si può scrivere al seguente indirizzo theflyingkitecompany@gmail.com

Vivere felici di Simone Stabilini

In questi tempi di aridità morale e affettiva oltre che di difficoltà pratiche ed economiche, Simone Stabilini spiega in 10 brevi punti la sua ricetta per cercare di vivere felici. Provare ad essere felici e far felici chi ci è intorno, contribuendo alla felicità universale, è il senso profondo di tutta la nostra misera esistenza umana.

Valori quali l’amicizia e l’affetto sincero sono valori e beni inestimabili che non chiedono altro che accoglienza e rispetto, e vanno quotidianamente coltivati con dedizione e gratitudine per il dono che si riceve e che si restituisce in modo incondizionato.

Ringrazio Simone Stabilini per il dono di questo libro.

 

 

Leggendo i libri di Simone Stabilini

Il tema principale di Giona delle stelle cadenti è l’amicizia tra i due bambini Giona e Mattia. Giona  ha un animo profondamente sensibile, vive solo sulla collina, separato dal paese e un giorno un altro bambino, di nome Mattia, viene a fare la sua conoscenza, tra i due si instaura subito una  fraterna amicizia capace di  superare qualsiasi ostacolo.

Il libro è scritto come fosse una musica, ora dolce, ora vivace, ora incalzante con diversi colpi di scena, si arriva velocemente alla fine del racconto con l’augurio di leggere altre opere di questo delicato autore.

Io ebbi il piacere di leggerlo in anteprima , di ciò sono molto grata al suo autore, Simone Stabilini.

Per una settimana, ogni mattina, al mio risveglio, io trovavo un nuovo capitolo da leggere che Simone mi aveva inviato via mail. Preparavo il the per la colazione e siccome era inverno mi sedevo al caldo accanto alla stufa su una sedia a sdraio. Sola in casa, nel silenzio della campagna ancora avvolta dal crepuscolo, con una tazza fumante di the, mi immergevo nella lettura di Giona ed entravo nel suo mondo incantato, nella sua casa sulla collina, nel suo amato bosco, insieme a lui guardavo le stelle, e partecipavo alle sue avventure.

Lo stesso accadde con il suo secondo libro. Un’altra delicata storia scritta con elegante semplicità, prendendo come punto di vista i pensieri puliti e innocenti di un bambino, costretto suo malgrado a confrontarsi con una realtà dura e difficile.

Dobbiamo andare via: il mondo in dieci giorni è il diario degli ultimi dieci giorni di un bambino che deve lasciare la sua casa, la sua scuola e il suo paese a causa della scelta del padre di collaborare con la giustizia. Molto bella è la figura dell’insegnante Lia che aiuta con dolcezza il piccolo alunno a dire addio a quello che fino a poco tempo prima era il suo mondo sicuro e perfetto.

 

Due racconti preziosi, da amare, e che sono sicura che apprezzerete molto,  per la scrittura brillante ed emozionante di Simone Stabilini e per la naturale bontà dei giovani personaggi nei confronti di un mondo che non sempre è all’altezza delle loro speranze e dei loro sogni.

Per saperne di più su Simone Stabilini e le sue opere:

https://www.bookrepublic.it/books/publishers/simone-stabilini/

http://simonestabilini.com/it/

Grazie!

Dobbiamo andare via: il mondo in dieci giorni. Simone Stabilini

Un bambino. Un diario. Gli ultimi giorni nei luoghi e fra le persone che lo hanno cresciuto, prima di doversene andare a causa della collaborazione con la giustizia del padre. Una maestra straordinaria e fedele. Sentimenti ed emozioni tradotti dalla mente giovane ma brillante del protagonista, che riesce a trovare la forza di sopravvivere anche quando deve lasciare tutto il mondo che lo ha accolto fin dalla sua nascita. Simone Stabilini

Un altro racconto emozionante di Simone Stabilini : il mondo che non va, da cui bisogna andarsene per poter sopravvivere, dal punto di vista semplice e privilegiato, quello del cuore di un bambino.

Puoi leggere un’anteprima qui:

se vuoi puoi acquistarlo a 2, 99 euro sulle varie piattaforme

https://www.bookrepublic.it/book/9788826454658-dobbiamo-andare-via/

https://www.amazon.it/dp/B071XBLWK1/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1497519145&sr=1-1&keywords=dobbiamo+andare+via+%3A+il+mondo+in+dieci+giorni

Per saperne di più su Simone Stabilini e le sue opere:

http://simonestabilini.com/it/

Giona delle stelle cadenti di Simone Stabilini

Giona copertina

Giona delle stelle cadenti di Simone Stabilini è un prezioso libretto che parla del valore dell’Amicizia tra due bambini Giona e Mattia, un’amicizia capace di superare qualsiasi ostacolo.

Giona è un bambino di dieci anni, che vive da solo in una casa di legno sulla collina, dimenticato da tutti tranne che da Mattia, un altro bambino che tutte le sere lo osserva contare le stelle da dietro le finestre della sua minuscola casa del villaggio, assieme alla sua mamma. Una sera Mattia chiederà alla madre di potere andare a conoscere Giona, e scoprirà così di essere più vicino a lui di quanto mai potesse immaginare.

Un’ amicizia fuori dagli schemi, due bambini molto particolari, un’avventura per fuggire da un villaggio dal cui stesso odio verrà distrutto.

Un racconto da leggere con gentilezza, perché Giona e Mattia sono profondamente buoni, e perché l’autore vi è profondamente affezionato.

Puoi leggere un estratto del libro qui:

http://amzn.eu/aTN6OuY

e, se vuoi, acquistare l’ebook a 2.99Euro su:

https://www.amazon.it/Giona-stelle-cadenti-Simone-Stabilini-ebook/dp/B01MRVDZ7U

https://www.bookrepublic.it/book/9788822875181-giona-delle-stelle-cadenti/

https://www.ibs.it/giona-delle-stelle-cadenti-ebook-simone-stabilini/e/9788822875181

http://www.lafeltrinelli.it/ebook/simone-stabilini/giona-stelle-cadenti/9788822875181

e su molte altre piattaforme nel mondo

(cerca Giona delle stelle cadenti Simone Stabilini su google)

Grazie!

 

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Libri per Sognare

Letture e illustrazioni per l'infanzia

mygirllollipop

sharing handmade cards

carlo maria cirino

www.coibambini.com

FLOW.

KEEP YOUR FLOW. RIMANI NEL FLUSSO

La Non Margherita

Cantastorie o contaballe, l'importante è far sognare

daniele peluso

Benvenuti nel mio Albergo d’Anima. Fotografia amatoriale, scrittura amatoriale, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Cristalli d'estate

Racconti e poesie

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Quali immagini se non quelle del cuore?

l'ombra esiste solo dove c'è la luce

La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

PINOCCHIO & i suoi compagni d'avventura

la storia di tanti sogni che si avverano

Byopia Press

ARTIST'S BOOKS/ALTERED BOOKS

A Papered Life

Celebrating all things paper and pretty

Sticks, Stones, and Paper Stew Blog

nature, pets, art and life

il tempo di un caffè

riflessioni leggere in un mondo un po' pesante

antoninoficili

La Poesia è in ogni cosa. In ognuno di noi c'è Poesia.

Alessandro Invernizzi

Voleremo più in alto e veloce delle nostre ali

Sui sentieri del Pollino

Escursionismo e natura nel Pollino con Saverio De Marco, Guida Ambientale Escursionistica

LISOLADIELISA

La vita è viaggio. Viaggiare è vivere due volte.

A piedi nudi

365 giorni

Mamma mia che viaggio

Make your dreams come true!

Istantanee di viaggio

Vado a cercare un grande forse

Scents of Science

Think different.

nicolekaufman

lots & lots of words

cheFavola!

la creatività è folle, vede qualcosa che ancora non esiste

una milanese a parigi

Consigli, idee ed istantanee di una vita tra Parigi e Milano

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

Mammachesprint

I bambini al centro del mondo...il mio!

Guignolesco

Non è Pop, è Pulp!

Pensieri diretti

Sei un involucro del tuo DNA.

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Stanlaurel

Da domani si volta pagina

Poesíainstante

Personal e íntimo

Libringioco

La verità non esiste, esistono solo storie (Jim Harrison)

I viaggi della Cipolla

FOTO E AVVENTURE

Wanderings in the Labyrinth

Andrew B. Watt's blog

infuso di riso

perchè nella vita ci sono poche ore più gradevoli dell'ora dedicata alla cerimonia del te pomeridiano (H. James)

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte