Annunci

Il mio Charlie

Charlie, il mio dolcissimo amico per 17 anni

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Un povero ramarro sopravvissuto….

Un povero ramarro sopravvissuto….a tre giorni di duro assedio da parte di due teneri e dolcissimi gatti che hanno scambiato il povero ramarro per un giochino…

ecco il le fasi del salvataggio:

ramarro (2) (Medium)
Ritrovamento sotto ad un mobile, il povero ramarro è svenuto, e viene adagiato su una barella di carta igienica, i gatti sono stati chiusi in un’altra stanza
ramarro (6) (Medium)
nella fase di rilascio in giardino il ramarro si attacca saldamente coi denti alla carta igienica sua unica salvezza… momento drammatico

ramarro (3) (Medium)

ramarro (5) (Medium)
Senza coda, a digiuno da giorni, paralizzato dal terrore, il ramarro è ancora vivo! operazione compiuta… resta da spiegare ai gatti che il giochino non c’è più… continueranno a cercarlo per ore….

 

Fragilita`

​Caduto insieme al nido, tenta di volare, la gatta parte all’inseguimento, lo prende, fermata la gatta, liberato l’uccellino… fragilita`

I gatti di Valencia

 

 

 

Il giardino botanico di Valencia (Spagna) si trova nella Calle Quart 80, molto vicino alla Torres de Quart , non è soltanto un fantastico luogo di collezioni arboree e floreali ma anche un occasione di incontro con i gatti del gattile controllato dall’università, i gatti socializzano facilmente e sono tutti disponibili all’adozione, ovvero chiunque può recarsi al giardino e tornare a casa con un nuovo amico, la mia visita risale all’aprile 2008.

Miao, cosa c’è per cena?

Alla Calcara, piccolo approdo marinaro in penisola sorrentina, nei pressi della spiaggia di Tordigliano, vive una colonia di gatti che viene sfamata dai pescatori locali. Ecco la cena a base di murene appena pescate 🙂

Il mio gatto :)

gatto su pc

Stasera il mio gatto vuole tutte le mie attenzioni,

mi da la zampina e vuole che gli prenda la testa tra le mani

e si abbandona ai miei baci e alle mie carezze

sulla scrivania rovista tra i miei appunti e poi si accuccia sul pc acceso,

chiude gli occhi, beato, e finge di dormire,

mi sfida a spostarlo di lì con i suoi 11 kg , e mi soffia se ci provo ,

il mio gatto è fiero come un leone

e tenero come il  cucciolo più indifeso,

docile e viziato,

libero e dolce,

tenero e prepotente,

mi vuole solo per lui,

e mi fa scrivere una poesia per lui,

mi distoglie dai miei pensieri,

lui il mio padrone e io la sua schiava,

i suoi occhi nei miei,

mi insegna che l’amore è lasciarsi andare

e esserci con la mente e con il corpo

e far volare il cuore nel suono delle fusa

e darsi l’un l’altro con fiducia e tenerezza

Il gatto e il cerambicide

 

 

cerambicide

Il mio gatto Charlie è  alla scoperta  di un bellissimo coleottero cerambicide maschio con antenne molto sviluppate. Questo coleottero si trova su molti alberi, preferisce i salici, la sua larva vive nel legno morto e l’adulto si nutre della corteccia dei rami giovani.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Verde sguardo

occhi-otta

Verde ipnotico,

sognante trasparente,

regale e sincero,

è lo sguardo della mia gatta,

al tatto leggero delle mie dita sul suo mantello,

tra noi scorrono fusa amore e fiducia,

e con una carezza mi invita al gioco o ad una

semplice lieta felicità

Animali a passeggio…

 

Romano Baldassarri di Casola Valsenio e la sua piccola Arca intervengono a sagre e manifestazioni varie per portare la testimonianza che è possibile la pace e la convivenza tra esseri diversi.

E’ sempre una sorpresa e un piacere vedere un gatto convivere tranquillamente a conigli e colombi, e poi il seguito di oche e caprette e cani, e che dire del dolcissimo asinello che chiede e dispensa abbracci a Romano?

Della sua Arca Romano dice:

i miei animali insegnano la pace

Marietta e Ninetta

Una mattina, andando in spiaggia a Punta Ciriga (Ispica, Sicilia) siamo attirati dai forti richiami di due gatti… sono  due femmine, devono essere appena state abbandonate dietro alla spiaggia, tra le dune e le foglie di un agave, miagolano di fame sete e spavento, sono dolcissime, si fanno prendere e coccolare, diamo loro un poco di acqua e cibo (la ricotta della schiacciata) … penso per tutto il giorno se sarebbe possibile far fare loro un viaggio di 1200 km per portale a casa, a fine pomeriggio torniamo a vedere dalle gattine, ma sono scomparse… che qualche mano compassionevole le abbia adottate? Andando all’auto incontriamo una signora e chiediamo informazioni, se per caso ha visto le gattine…

“Certo ora sono a casa mia con la pappa e l’acqua, io vivo proprio qui in queste case sulla spiaggia, da più di cento anni la mia famiglia vive qui, io controllo la spiaggia…le gattine sono due femmine… appena abbandonate, le ho chiamate Marietta e Ninetta…”

E brava signora!

Marietta e Ninetta ringraziano…

(7 settembre 2016)

La siesta di un gatto

Siesta sotto alla torre dell’Orologio a Brisighella (RA):

sotto al tralcio di vite davanti a casa un gatto si gode il sole di fine settembre,

l’aria calda limpida e pulita…

poter essere semplici come questo gatto…

Killing me softly …

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Charlie
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Charlie
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Charlie
KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA
Charlie

Un tenero predatore lo fa gentilmente… come in una canzone…

Strumming my pain with his fingers
Singing my life with his words
Killing me softly with his song
Killing me softly with his song
Telling my whole life with his words
Killing me softly with his song

(Killing me softly, Roberta Flack)

Un tenero, dolce, gentile…predatore… a cui si perdona ogni cosa…

… il mio gatto Charlie.

Il gatto Zorro come Pangur Ban.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERAzorro (Medium) (2)Zorro (Medium)

 

 

Il gatto Zorro … come Pangur Ban…

dall’originale  The scholar and his cat, Pangur Bán, manoscritto di un monaco irlandese del nono secolo a San Gallo, Svizzera, conservato alla Chester Beatty Library , a Dublino

Io e il mio gatto Zorro

lo stesso compito eseguiamo :

Lui a caccia di topi lieto corre intorno

Io a caccia di parole sto seduta

notte e giorno.

E’ molto meglio di ogni onore ricevuto

con libro e penna posso starmene seduta,

rancore verso di me Zorro certo non ha

e del suo semplice mestiere buon uso ne fa.

Un topo smarrendosi finisce spesso

tra i piedi dell’eroico Zorro,

spesso il mio pensiero si tende,

ed un significato nella sua rete prende.

Gli occhi posa lui contro il muro

grande e grosso e scaltro e sicuro;

contro il muro del sapere io metterò

a dura prova quel poco che so.

Il costante allenamento ha fatto

di Zorro un perfetto gatto;

notte e giorno sapienza io apprendo

in luce l’oscurità volgendo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Gatti al mare.

C’e’ una spiaggia sulla costiera amalfitana che si raggiunge a piedi scendendo un facile sentiero tra la macchia mediterranea.E ‘ la spiaggia in localita’ Tordigliano- Chiosse, individuare l’ inizio del sentiero non e’ cosa semplice ma in pochi minuti di discesa non difficoltosa sarete ripagati, la vista la spiaggia e il mare sono stupendi, in aggiunta a cio’ le barche in rimessa sul molo, un piccolo rifugio addossato alla roccia, i resti di una fornace di calce sono molto suggestivi nel loro insieme. Ma la bellezza del luogo sta nell’incontro con la colonia felina che qui vive.
Dopo essersi inoltrato nella macchia mediterranea tra carrubi, mirti corbezzoli e lentischi, il sentiero corre sotto una parete di sedimenti marini, antiche grotte marine crollate, e si aprono scorci sul mare quando all’improvviso spuntano due tre quattro simpatiche e miagolanti teste che come sentinelle del posto ti vengono incontro e ti invitano gentilmente insistenti a seguirli poco piu’ in basso in un piccolo spazio riservato al loro ristoro dove vi sono diverse ciotole, ora vuote ma che qualche gattaro o pescatore provvede di sicuro a riempire.
“Ciao Umano cosa mi hai portato da mangiare? Finalmente sei arrivato, ho una fame!”
Qualche gatto entra a quattro zampe dentro ad una ciotola come a dirti:
“Non vedi che e’ vuota? Cosa hai nella borsa?Cibo per me?”
Un altro si affretta a leccare e lustrare per bene una ciotola per ribadire il concetto che e’ vuota, “allora hai capito che e’ vuota?cosa aspetti? Apri quella borsa!”
Un altro gatto ti guarda dolcemente, un altro miagola in modo eloquente: “O il cibo o la vita!”
Non abbiamo niente con noi, niente cibo in borsa…
Abbiamo solo qualche carezza o qualche coccolina…
Ma questi gatti non conoscono il piacere e il calore di una carezza. Sono mezzi selvatici, per loro l’amore e’ attesa di un umano con una borsa di cibo.
E’ possibile addomesticare questi gatti? La domanda e’ come funziona l’addomesticamento? E che cosa e’ ? Un qualcosa che aspetti e se non arriva ti manca? O e’una specie di amore- attrazione? Quando e come scatta la molla della fiducia che avvicina il felino all’uomo e viceversa? Quanto tempo si e’ disposti ad investire e a rischiare?
Certi gatti restano selvatici, non hanno mai conosciuto amore o il piacere di una carezza. Per loro l’amore e’ semplicemente una ciotola di cibo portato da un umano.
Questi gatti bianchi e rossi non si fidano. Forse non sanno cosa e’ una mano umana, cosa e’ una carezza. Restano a guardarti a distanza di sicurezza, appena ti avvicini di un passo scattano rapidi e si nascondono tra i cespugli. Poi si riavvicinano con la speranza che in quella borsa ci sia qualcosa di buono.
Sulla spiaggetta, piccolo molo per i pescatori, tra le barche in rimessa ci le mamme gatte con i piccolini teneri e graziosi, ma ogni tentativo di avvicinamento e di addomesticamento fallisce.
Dal rifugio adornato di legnetti, conchiglie, sassi e da una madonnina votiva si passa a destra sugli scogli per una scaletta in ferro e in breve si raggiunge la spiaggia marina di Tordigliano. Proprio di fronte, le 3 isole dell’arcipelago dei li galli appaiono vicinissime, la vista e’ stupenda, e’ l’ora del tramonto e ogni cosa assume morbidi contorni. La parete alle spalle e’ a rischio di frane e un masso con un albero in cima torreggia sulla spiaggia.
Un gatto rosso e bianco se ne sta qui in solitudine e tranquillita’ dal resto della colonia. Non c’e’ altro gatto o altra persona umana.
Io pure assaporo la pace del tramonto, io e il gatto rosso ci accorgiamo l’uno dell’altro, ci osserviamo da lontano chiedendoci se sia il caso di incontrarci ma poi lasciamo perdere, sara’ per un’altra volta se deve essere, restiamo a guardare il mare e l’ora blu che precede il tramonto in perfetta solitudine e in magico silenzio.

12

34

5

6

7

8

9

10

 

I bimbi che leggono ai gatti randagi

La volpe tacque e guardo’ a lungo il piccolo principe: 
“Per favore… addomesticami”, disse. 
“Volentieri”, disse il piccolo principe, “ma non ho molto tempo, pero’. Ho da scoprire degli amici, e da conoscere molte cose”. 
“Non ci conoscono che le cose che si addomesticano”, disse la volpe. “Gli uomini non hanno piu’ tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose gia’ fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno piu’ amici. Se tu vuoi un amico addomesticami!” 
“Che cosa bisogna fare?” domando’ il piccolo principe. (S.Exupery)
l’articolo che segue mostra un’interessante modalita’ di addomesticamento 🙂

Belle Storie d'Amore e di Amicizia

leggere per gatti1leggere per gatti4

leggere per gatti3  leggere per gatti5

leggere per gatti6 leggere per gatti2

leggere per gatti7leggere per gatti9

leggere per gatti10leggere per gatti11

leggere per gatti8

La lettura può essere una terapia e in Pensylvania gatti e bambini la praticano insieme. La Animal Rescue League of Berks County ha dato il via ad un programma per il recupero dei gatti randagi a cui partecipano anche i bambini che prestano la loro voce per aiutare i felini a recuperare fiducia negli uomini. I bimbi si siedono e leggono ad alta voce dei libri ad una platea tutta di felini. A poco a poco gli animali familiarizzano con il suono ritmico della voce, si avvicinano ai bambini e iniziano a fare amicizia. Il programma porta benefici ai gatti ma anche ai bambini che possono così superare le loro difficoltà di lettura.

View original post

Le tende da sole per il mio gatto. agosto 2014

l’altra sera ho chiesto a mio marito perché abbiamo comprato le tende da sole per la camera del gatto e non per la mia cucina.

lui mi ha risposto: le tende servono a rendere il gatto più sereno, perché fanno ombra, e se il gatto è più sereno tu sei più serena e se tu sei più serena io sono più sereno e tutto intorno a noi diventa di conseguenza più sereno.

ho pensato che questa risposta era molto semplice e vera.

tra me e il mio gatto si è creata una simbiosi, io lo adoro e lui ha scelto me.

Quando abbiamo traslocato abbiamo avuto entrambi problemi di adattamento nonostante la nuova casa fosse più bella e più adatta a noi e con un grande giardino. Se io fossi stata più serena il mio gatto avrebbe reagito meglio alla nuova situazione, eravamo entrambi in ansia da trasmettercela l’uno con l’altra, amplificandola.

il mio gatto si era pelato tutta la pancia a causa di leccamento da stress, il suo manto è una seta, si rifiutava di uscire, e quando beveva io lo rimproveravo perché secondo me beveva troppo e così beveva di nascosto, nascondendosi dietro al mobile della cucina.

Il fatto è che io sentivo tanta tristezza per lui nel vederlo così e lui tutta questa tristezza la sentiva  e si rattristava ancora più, ed io pure in questo legame inesplicabile di amicizia e rispetto e comprensione l’uno per l’altro.

la stessa cosa può avvenire tra genitori e figli, tra coniugi, tra fratelli e sorelle, tra amici.

e poi con il tempo tutta questa tristezza, che fa soffrire, poi con il tempo passa e rimane come la leggera e morbida impronta di un viso su un guanciale…

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Libri per Sognare

Letture e illustrazioni per l'infanzia

mygirllollipop

sharing handmade cards

carlo maria cirino

www.coibambini.com

FLOW.

KEEP YOUR FLOW. RIMANI NEL FLUSSO

La Non Margherita

Cantastorie o contaballe, l'importante è far sognare

daniele peluso

Benvenuti nel mio Albergo d’Anima. Fotografia amatoriale, scrittura amatoriale, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Cristalli d'estate

Racconti e poesie

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Quali immagini se non quelle del cuore?

l'ombra esiste solo dove c'è la luce

La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

PINOCCHIO & i suoi compagni d'avventura

la storia di tanti sogni che si avverano

Byopia Press

ARTIST'S BOOKS/ALTERED BOOKS

A Papered Life

Celebrating all things paper and pretty

Sticks, Stones, and Paper Stew Blog

nature, pets, art and life

il tempo di un caffè

riflessioni leggere in un mondo un po' pesante

antoninoficili

La Poesia è in ogni cosa. In ognuno di noi c'è Poesia.

Alessandro Invernizzi

Voleremo più in alto e veloce delle nostre ali

Sui sentieri del Pollino

Escursionismo e natura nel Pollino con Saverio De Marco, Guida Ambientale Escursionistica

LISOLADIELISA

La vita è viaggio. Viaggiare è vivere due volte.

A piedi nudi

365 giorni

Mamma mia che viaggio

Make your dreams come true!

Istantanee di viaggio

Vado a cercare un grande forse

Scents of Science

Think different.

nicolekaufman

lots & lots of words

cheFavola!

la creatività è folle, vede qualcosa che ancora non esiste

una milanese a parigi

Consigli, idee ed istantanee di una vita tra Parigi e Milano

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

Mammachesprint

I bambini al centro del mondo...il mio!

Guignolesco

Non è Pop, è Pulp!

Pensieri diretti

Sei un involucro del tuo DNA.

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Stanlaurel

Da domani si volta pagina

Poesíainstante

Personal e íntimo

Libringioco

La verità non esiste, esistono solo storie (Jim Harrison)

I viaggi della Cipolla

FOTO E AVVENTURE

Wanderings in the Labyrinth

Andrew B. Watt's blog

infuso di riso

perchè nella vita ci sono poche ore più gradevoli dell'ora dedicata alla cerimonia del te pomeridiano (H. James)

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte