Abbraccio le mie pietre

Vi abbraccio pietre,

Grani di Rosario che spezzano le unghie

Schegge levigate contro i miei seni

Memoria scolpita nella mia mente

Sorelle mute della mia solitudine

Vi abbraccio pietre

che vi fate polvere

sul mio cuore

Annunci

Il topolino spaventato.

image

 
Nel giardino, all’ombra del carrubo, in un
sonnecchioso e caldo pomeriggio d’estate, riposavo sulla mia amaca tra
le cicale e il profumo del sole, quando mi accorsi di due occhietti neri. Mi stavano
guardando da dietro una pietra a pochi centimetri da me, pensai alla solita
lucertola curiosa, invece si trattava di un piccolo innocuo topolino impaurito. Nel pomeriggio c’era
pace e caldo e nonostante avessi bevuto un doppio caffe’ mi riassopii, ogni tanto cadeva una foglia secca, e una bacca di carrubo, oppure la solita lucertola maldestra faceva rotolare un sassetto, allora aprivo gli occhi e provavo a
riprendere il filo della lettura interrotta, ma mi vedevo sempre quei due occhietti neri a punta che mi osservavano, il mio topolino doveva essere molto intimorito e probabilmente non sapeva come far ritorno sano e salvo alla sua tana tra le pietre sotto al carrubo.
Devo confessarvi che io ho paura dei topolini anche se mi
piacciono, ne raccolgo anche gli scheletrini e li conservo per un po’, andrà via pensai,
invece lui continuava a restare li’con il fiato sospeso ed io pure. Il caldo e la pace del luogo mi rapirono nel sonno, quando mi svegliai era ora di cena, lasciai cosi’ la mia comoda amaca, preparai la cena e mi dimenticai del topolino. Nel risciasquare i piatti lui si spavento’ del rumore, fece una rapida apparizione tra le pietre che sostengono il lavello, ( in seguito ho provveduto a chiudere per bene tutti i buchi) e si nascose tra i rametti del lentisco, era li’ indifeso, i suoi occhietti mi fissavano spaventati e anche io lo ero e sentivo il
suo cuoricino battere in quegli occhi…, volevo che se ne andasse dal mio giardino,
da sotto al mio lavello, non pensai minimamente di fargli
del male, sperai che se ne andasse da solo.
Dopocena tornai alla mia amaca, il cielo stellato e il rumore del mare, tutto era pace e tranquillita’, come potevo avere sentimenti bellicosi per un povero topolino sperduto !
Presto mi ritirai a dormire, accompagnata dai suoni del bosco, dimenticai il mio spaurito topolino.

La mattina mi alzai e uscii all’esterno a godere del panorama e del mare luccicante,
andai verso al lavello per lavarmi il viso, quando dalla parete di
roccia scendeva silenzioso un serpente cervone, di color marrone chiaro, di sicuro stava cacciando la sua preda tra
le pietre, era talmente concentrato da non essersi accorto di me, all’improvviso le fui di fronte e si mise
talmente paura che si lanciò per terra da due metri di altezza,
accartocciandosi e contorcendosi, per la sorpresa gridai anche io, probabilmente avevo appena salvato il mio topolino da una fine certa… comunque sia
non lo vidi più.

Info sul serpente Cervone
http://www.naturamediterraneo.com/cervone/

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

-Conto Alla Rovescia-

•Scegli i tuoi pensieri con attenzione, sei tu il creatore della tua vita•

piapencil

L'ironia è la prima strada verso la libertà

Cipriano Gentilino

VERSI NEL RETROBOTTEGA

Illuminata

perchè tenerci tutto dentro, la comunicazione è la cosa più bella

patriziaturno

school is fun

Il tuo cielo

Li dove puoi mettere insieme persone, momenti, ricordi e sogni. Dove puoi esprimere serenamente i tuoi desideri oppure svuotarti delle tue paure. Puoi condividere le tue esperienze o aiutare chi sta in difficoltà. È il tuo cielo e decidi tu cosa vederci dentro.

L'angolo di White B.

Attraverso questo blog vogliamo parlare di NOI genitori: genitori di corsa, sempre alle prese col tempo e la gestione di lavoro e famiglia, e genitori che all’improvviso devono rallentare senza capire fino in fondo cosa sta succedendo. I loro bambini infatti sono ammalati o non ci sono più.

laspunta

Qui le chiacchiere stanno a zero... Siete capitati nel blog di un’accumulatrice compulsiva di informazioni...

L'Ombra delle Parole Rivista Letteraria Internazionale

L'uomo abita l'ombra delle parole, la giostra dell'ombra delle parole. Un "animale metafisico" lo ha definito Albert Caraco: un ente che dà luce al mondo attraverso le parole. Tra la parola e la luce cade l'ombra che le permette di splendere. Il Logos, infatti, è la struttura fondamentale, la lente di ingrandimento con la quale l'uomo legge l'universo.

folioandfibre.wordpress.com/

experimental mixed media, paper and textile explorations...and a place to empty my head

Woodlands and Waters

Outdoor adventures in the Tennnessee Valley and beyond

PaperMatrix

take paper in excess - add crafty fingers - and make woven wonders

fabriziocaramagna

Fabrizio Caramagna, ricercatore di meraviglie e scrittore di aforismi

SOGNOTEATRO

Il teatro è un sogno che si vive in poche ore e continua anche dopo. (Salvatore Pagano)

ALBERTO ROSSETTI

PSICOTERAPEUTA e PSICOANALISTA

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Visitare Civita di Bagnoregio

Prenotazione guida turistica, pacchetti e informazioni

Petru In Viaggio

Viaggia più che puoi. La vita non è fatta per essere vissuta in un unico luogo!

Convitto Art Lab

Creatività contemporanea negli spazi della storia

Tempo di Carta

DIAMO STILE ELEGANZA EMOZIONI PERSONALITÀ AD OGNI VOSTRA SCELTA

Paper Girl in a Paper Town

Aspirante scrittrice. Sono una ragazza di carta in una città di carta

...Cilento Channel

l'informazione del cilento sul web e in tv canale 636 del digitale terrestre

Dove nascono le idee...

il blog di La Rana Viola

Final Year Research

Research for my final year projects

words and music and stories

Let's recollect our emotions in tranquillity

Biblioteca il Gatto

via battaglini cagiallo

ArteMaestra

L'arte fa diventare grandi - Blog dei Dipartimenti Educativi del Museo Bernareggi

beyond the fold

stories and strategies behind amazing print

Gil-Galad

Poesie, pensieri e altre cose che non iniziano per la p

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Nonapritequelforno

Se hai un problema, aggiungi cioccolato.

Mai sulla terra

- solo per sognatori seriali -

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Cronaca, ambiente, cultura, interviste, reportage e politica

Savy Baby Activities

Educational Activities for Young Children

natural origami

exploring math and nature through paper folding

tumultodisogni

“...e che i sogni siano sintomi, siano armi nucleari.”

smallestforest.wordpress.com/

Express yourself. It is later than you think.

Povertà e Ricchezza

OSARE RENDE LIBERI

A Binding Passion

Logos endiathetos - the word remaining within

Una caffettiera sul fuoco

"A riempire una stanza basta una caffettiera sul fuoco" (Erri De Luca)

Chic After Fifty

Il fashion blog di Anna da Re

Zaino e Via

"Ogni viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi e quando lo ricordi"

The Milos-Ivanski Studio

Featuring the work of Lori Milos-Ivanski

Artigianeide

Nuove forme e interpretazioni artigianali per reinventare ciò che viene fatto da sempre