Acrobati al volo!

acrobati-3acrobati-1

 

Un esempio di acrobazia aerea da parte di due libellule (platycpennis pennipes):

Il maschio cattura in volo la femmina, una volta raggiunto un posto tranquillo la femmina sostenuta nel vuoto dal maschio contrae il proprio addome portandolo a contatto con il secondo urite del maschio.

acrobati-2

(foto di Grande Luce)

per saperne di più :

http://www.actaplantarum.org/floraitaliae/viewtopic.php?t=15652

Annunci

Le ali della mantide

mantide-2

Nelle mantidi religiose alate adulte, la distensione delle ali a seguito dell’ultima muta è una fase delicata.
Le ali neo formate sono deboli e morbide e spesso arrotolate o ripiegate e in questo momento la mantide è particolarmente esposta a predatori. Esposte all’aria le ali subiscono una progressiva e veloce asciugatura tale da fissarle nella forma e posizione definitiva. Se questa fase avviene in una posizione sbagliata o in spazio ristretto, le ali non assumono la forma corretta.

Ora la nostra mantide  è quasi pronta a spiccare il volo ….

(foto di mantidi a casa)

 

Secondo volo!

secondo volo (1)
Castelmezzano

Il tempo di  riprendersi dal primo volo e di fare una passeggiata a Castelmezzano che si torna a volare di nuovo…

L’organizzazione che ruota intorno al volo dell’angelo è perfetta e ti da un senso di sicurezza.

Castelmezzano e Pietrapertosa sono due borghi molto carini, che già da soli meriterebbero una visita se non altro per l’ospitalità. La bellezza del luogo è superlativa.

C’è la gioia di volare… di provare cosa significa avere le ali ed essere un uccello…

Il volo dura un minuto, 1km a 120 all’ora… ma ne vale la pena!

Volare è stato come fare l’amore per la prima volta a 16 anni… quindi la seconda volta è più bella….(spero che il paragone non vi imbarazzi ma è solo per farvi capire) … e lo vuoi rifare…

secondo volo (9)

secondo volo (5)
la piattaforma di partenza, sullo sfondo l’arrivo a Pietrapertosa
secondo volo (6)
non vedo l’ora di volare… speriamo di arrivare vivi per raccontarlo…
secondo volo (4)
Buon volo!
volo angelo (1)
Volpina Blu e Grande Luce in volo

Primo volo!

Primo volo dell’angelo, il primo volo della mia vita, partenza da Pietrapertosa arrivo a Castelmezzano, tra le guglie delle dolomiti lucane.

primo volo (13)
Pietrapertosa
primo volo (9)
vestizione

primo volo (3)

primo volo (7).JPG

 

primo volo (5)
Ecco mi stanno preparando per il volo, la signora mi guarda e mi chiede “tutto bene?”

E via si va, buon volo…..!

Ve lo dico quando arrivo dall’altra parte se è stato un buon volo…

primo volo (12)
in volo verso Castelmezzano

primo volo (2)

primo volo (4)
non sono morta!
primo volo (1)
Voglio una vita spericolata!

E non finisce qui… questo è stato il primo volo e poi c’è stato il secondo, di ritorno da Castelmezzano a Pietrapertosa, e si sa che la seconda volta è più bella!

In volo…..

In volo sulle dolomiti lucane tra Pietrapertosa e Castelmezzano: un’esperienza da non perdere!

Indimenticabile!

​​​​​

Amata Phegea in love

L’amata phegea è un lepidottero tipico delle aree aperte, si trova a basse quote ma anche su versanti montagnosi fino a 2000 mt, ben esposti al sole: Il suo volo è lento e librato e ama i prati ricchi di infiorescenze, su cui si posa a lungo per succhiarne il nettare, vola da maggio a tutto settembre e si riproduce una sola volta all’anno.

La mongolfiera dell’autismo

hot-air-ballooning-1703522_640

Quando ascolto la tua musica, tu mi rapisci nel tuo mondo fatto di piccole cose e di delicatezza, è come salire su una mongolfiera e volare lontano e dall’alto guardare il mondo, sfiorarlo con lo sguardo e accarezzarlo ed esserne dolcemente abbracciato, sentire di amarlo e di esserne parte. Io non vorrei mai scendere da questa mongolfiera che vola in un cielo limpido e pulito come il tuo cuore, io sempre vorrei starti accanto mentre imposti la navigazioni sulle correnti dei venti e dei sogni, e quando la mongolfiera ridiscende bruscamente a terra mi mancano quel cielo e quel mondo visti con la tua anima e vorrei stare di nuovo in volo al tuo fianco…

(dedicata ad un amico autistico)

In un parcheggio vuoto

city-1487891_1280

La mia anima sta in parcheggio vuoto,

una sola auto che nessuno verrà a ritirare,

il proprietario in viaggio oppure assente

o deceduto o trasferito ad altro indirizzo,

la mia anima sta nel parcheggio di un areoporto,

le speranze in overbooking,

i sogni dei last minute,

i sorrisi al check in,

un’auto sola a Malpensa,

nessuno tornerà dall’ultimo volo low cost,

la vernice scolorita dalla nebbia dell’oblio,

la carrozzeria mangiata dalla ruggine,

la batteria scollegata dal cuore,

anima sola in un parcheggio vuoto,

chi verrà a reclamarti?

(foto da pixabay di harutmovsisyan)

Il decollo – Dragon’s airbone

Il decollo della libellula – Dragonfly airbone

libe P1240760 1(Medium)

Pilota:
tower this is Dragon for preflight and time check, over.
qui è Dragon per prova radio e stop orario, passo.

Torre:
this is Fiume tower reading you loud and clear, time check 12, go ahead.
qui è torre, vi sentiamo forte e chiaro, stop orario 12, andate avanti.

libe 5 P1240750 (Medium)

Pilota:
tower this is
Dragon, roger, reading you loud and clear too, time check 12, T45 from Fiumicino to Linate, VFR flight plain, request taxy instruction, over.
qui è Dragon, ricevuto, vi sentiamo anche noi forte e chiaro, stop orario 12, T45 da Fiumicino a  Linate, piano di volo VFR, richiediamo istruzioni per il rullaggio, passo.

libe 7 P1240753 (Medium)

Torre:
this is tower, cleared to taxy to the holding position, runway in use 32, surface wind from 80°, 10 knots, QNH 1005, over.
qui è torre, autorizzato a rullare alla posizione di attesa, pista in uso 32, vento al suolo da 80°, 10 (nodi), QNH 1005, passo.

libe P1240746 2(Medium)

Pilota:
tower this is I-AL, roger, cleared to taxy to the holding position, runway in use 32, surface wind 80° – 10, QNH 1005, over.
qui è Dragon, ricevuto, autorizzato a rullare alla posizione di attesa, pista in uso 32, vento al suolo 80° – 10, QNH 1005, passo.

Torre:
this is Fiume tower, correct.
qui è Fiume torre, corretto.

Dopo questa prima fase l’aereo inizia a spostarsi lentamente nella posizione di attesa, da qui riprendono i messaggi.

libe P1240748 4(Medium)

Pilota:
tower,
Dragon request line up and take-off clearance, over.
Torre, qui Dragon hiede autorizzazione all’allineamento e decollo, passo.

Torre:
Dragon cleared to line up and take-off, over.
Dragon autorizzato ad allineamento e decollo, passo.

libe P1240754 3(Medium)

Pilota:
Dragon, roger, wilco.
Dragon, ricevuto, eseguo.

Dopo questa seconda fase l’aereo decolla, al termine riprendono i messaggi.

Torre:
Dragon airbone at 15, report leaving the airdrome traffic zone, over.
Dragon decollato ai 15, richiamare lasciando la zona di traffico aeroportuale, passo.

Pilota:
Dragon, roger, airbone at 15, will report leaving the airdrome traffic zone, over.
Dragon, ricevuto, decollato ai 15, richiamerà lasciando la zona di traffico aeroportuale, passo.

Torre:
Dragon, correct.
Dragon, corretto.

libellula airbone

Pilota:
Dragon leaving the airdrome traffic zone, over.
Dragon lascia la zona di traffico aeroportuale, passo.

Torre:
Dragon, roger, contact Roma Information on frequency XYZ.
Dragon, ricevuto, contattate Roma Informazioni sulla frequenza XYZ.

Pilota:
Dragon, roger, wilco, out.

Dragon, ricevuto, eseguo, fine comunicazione.

(tutte le foto sono di Grande Luce, non riproducibili, tranne l’ultima presa da pixabay)

 

Libellula zen

Una libellula azzurra si libra,

sosta nell’infinito di un secondo.

Il fiume scorre rapido: si liberano i tuoi pensieri.

Una damigella nera socchiude le ali,

dalle pagliuzze dorate,

su un filo d’erba,

leggera.

Il fiume scorre dolce:

una foglia piroetta nel vortice e scivola via.

Una libellula rossa danza

la sua illusione di volo

contro l’azzurro del cielo.

Il fiume scorre impetuoso:

si coagulano le tue lacrime.

Sul filo dell’acqua indugia una libellula zen:

il fiume scorre perenne.

zen

La spinta per prendere il volo. (ultima lettera )

La spinta per prendere il volo.

ultima lettera

Açailandia 30.9.1994

Cara nipote,

non credere: io capisco benissimo quanto tu dici di apprezzarmi e di avere paura nello stesso tempo. Tu avverti che dietro alle mie parole ci sono delle proposte, delle possibilità che ti costringono a prendere delle decisioni, che fanno crollare il tuo attaccamento quasi morboso alla solitudine.

Non credo che sia impossibile che tu mi dia una mano per fare qualche lavoro di giornalista qui in America Latina! Che ne diresti? Solo come esperienza. Mi rendo sempre più conto che abbiamo bisogno di stare insieme qualche tempo. Senza impegno sai? Non credere che io voglia fare il salvatore della patria o che coltivi desideri di vederti dipendente da me, per carità! Io amo la mia libertà e quella degli altri. Ho l’impressione che ci può fare bene un periodo di tempo insieme. Ma non sentirti vincolata.

Sii te stessa, non quella solitudine che ti fa vivere in ghiacciaia! Esagero lo so ma solo per farti capire. Lo so, lo si legge che ami la natura, l’universo, il mare, il sole. Hai delle pennellate sul mare, sul lago, sul vento, sulle stelle, sulla luna, sulle stelle che mostrano tutta la tua sensibilità.

Mi piace rileggerti nella lettera quando urli ‘ho bisogno di altro, sto aspettando altro! sento l’urgente necessità di appartenere a qualcosa, ad un’idea, ad una persona, a me stessa. Appartenere, essere parte di qualcosa contro la solitudine e la separazione, non sentirsi esclusa, divisa dal mondo ma esserne parte, farne parte. Aderire, essere inclusa in tutto, accettata, accolta.’

Tu sai di cosa hai bisogno, ma non ne hai la forza, non hai quella spinta che ti faccia prendere il volo.

Vedi? Mi è sfuggita la parola volo, volo in tutti i sensi.

Volare dal nido che sei tu, il tuo passato, quello che tu descrivi così bene: ‘mi sono scoperta vuota, indecisione e confusione, non so ancora fare della mia vita, vorrei avere risposte certe, non nutrirmi di illusioni. Non desidera più sperare, vuole poter credere, cioè possedere la sicurezza della realtà che accoglie il sogno.’

Come potrai lasciar cantare la tua anima finché non riuscirai ad abbattere, per quanto tu lo desideri, il muro che ti divide dal mondo.

Scrivi: ‘Perché la sola parola che riesco a pronunciare è io, perché non riesco a dire tu come dico io? Potessi dirlo il muro crollerebbe e l’incomunicabilità sarebbe abbattuta.’

Così lucide queste parole! ma lo so che non è sufficiente sapersi radiografare. Specie quando si tratta di ferite interiori ricevute nell’infanzia e si ha bisogno di una spinta esterna per liberarsene.

Riguardo alla famiglia quanto ci sarebbe da scavare. I genitori trattano i figli come dei vegetali, non per cattiveria ma per impreparazione. Un falso concetto d’amore fa sì che si occulti a loro tante cose, per preservarli, cioè per non farli vivere. Si cerca di dare tutto e non si dà l’indispensabile. Ma qui si tratta di diagnosticare tutta una cultura e una società. Un lavoro non da poco.

Tu scrivi ancora: ‘ So che non voglio più scrivere di solitudine, non voglio più girare intorno alle mie pareti bianche’. Applausi per favore! e poi ancora: ‘non credo più di bastare a me stessa, le pareti bianche devono crollare.’

Capisco che la condivisione ti possa fa paura, ma credi si tratta di un orizzonte tutto da scoprire. Non credi che possa essere esattamente il contrario delle pareti bianche?

Nel racconto di te io ho dovuto remare controcorrente, tra gli scogli e la corrente gelida della solitudine, a me non riesce di immaginare una cosa del genere perché non ne ho esperienza, la mia vita è stata sempre in comunità, in condivisione con gli altri. Io spesso ho vissuto il desiderio opposto, cioè quello di isolarmi per stare con me, per avere e vivere il diritto di ascoltarmi.

Sono solo un amico e un fratello che per meritare di essere tale, deve passare se stesso e gli altri attraverso il crogiolo della sincerità.

Credilo e credimi sempre, tuo zio.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

Libri per Sognare

Letture e illustrazioni per l'infanzia

mygirllollipop

sharing handmade cards

carlo maria cirino

www.coibambini.com

FLOW.

KEEP YOUR FLOW. RIMANI NEL FLUSSO

La Non Margherita

Cantastorie o contaballe, l'importante è far sognare

daniele peluso

Benvenuti nel mio Albergo d’Anima. Fotografia amatoriale, scrittura amatoriale, minimalismo, voli pindarici, nebbie ed utopie.

Cristalli d'estate

Racconti e poesie

Suoni diversi beccati sul mio cuore

Quali immagini se non quelle del cuore?

l'ombra esiste solo dove c'è la luce

La vita è sogno, soltanto sogno, il sogno di un sogno (Edgar Allan Poe)

PINOCCHIO & i suoi compagni d'avventura

la storia di tanti sogni che si avverano

Byopia Press

ARTIST'S BOOKS/ALTERED BOOKS

A Papered Life

Celebrating all things paper and pretty

Sticks, Stones, and Paper Stew Blog

nature, pets, art and life

il tempo di un caffè

riflessioni leggere in un mondo un po' pesante

antoninoficili

La Poesia è in ogni cosa. In ognuno di noi c'è Poesia.

Alessandro Invernizzi

Voleremo più in alto e veloce delle nostre ali

Sui sentieri del Pollino

Escursionismo e natura nel Pollino con Saverio De Marco, Guida Ambientale Escursionistica

LISOLADIELISA

La vita è viaggio. Viaggiare è vivere due volte.

A piedi nudi

365 giorni

Mamma mia che viaggio

Make your dreams come true!

Istantanee di viaggio

Vado a cercare un grande forse

Scents of Science

Think different.

nicolekaufman

lots & lots of words

cheFavola!

la creatività è folle, vede qualcosa che ancora non esiste

una milanese a parigi

Consigli, idee ed istantanee di una vita tra Parigi e Milano

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

Mammachesprint

I bambini al centro del mondo...il mio!

Guignolesco

Non è Pop, è Pulp!

Pensieri diretti

Sei un involucro del tuo DNA.

VOCI DAI BORGHI

PERDERSI TRA LE EMOZIONI DEI BORGHI ITALIANI

Stanlaurel

Da domani si volta pagina

Poesíainstante

Personal e íntimo

Libringioco

La verità non esiste, esistono solo storie (Jim Harrison)

I viaggi della Cipolla

FOTO E AVVENTURE

Wanderings in the Labyrinth

Andrew B. Watt's blog

infuso di riso

perchè nella vita ci sono poche ore più gradevoli dell'ora dedicata alla cerimonia del te pomeridiano (H. James)

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

Favole per bambini

Brevi storie della buonanotte